Perché Miami Funer (Parte 2 di 2)

Nell’ottica di fornire un aiuto efficace ai produttori, Tanexpo ha dato vita a Miami Funer (14-17 marzo 2017), una manifestazione fieristica che consentirà loro di entrare in contatto con i potenziali clienti di quel subcontinente nelle migliori condizioni. Dopo aver vagliato alcune possibili soluzioni e aver consultato i nostri interlocutori americani, si è deciso di organizzare l’evento in Florida.


Perché a Miami?

Varie sono le ragioni che hanno presieduto a tale scelta. L’attrattività del sito non è da scoprire ed è evidente che tutti sono ben contenti di raggiungere quella località dove, dopo il lavoro in fiera, vi è la possibilità di concedersi qualche giorno di riposo in una località bella e dal clima gradevole. Però quello che più ci interessa, in veste di organizzatori, è la facilità di raggiungere la città da ogni parte del mondo a prezzi (qualche centinaio di euro) più che interessanti. L’aeroporto internazionale vede un traffico intensissimo da tutto il pianeta, diversamente da quanto succede nella varie città sud americane che spesso costringono a faticosi viaggi a costi decisamente più elevati rispetto a quelli per raggiungere gli Stati Uniti. Molto importanti anche le modalità di “avvicinamento” e cioè di tutta la logistica. I trasporti, navali ed aerei, sono frequentissimi ed a prezzi estremamente ragionevoli anche per chi non intende utilizzare il servizio che verrà messo a disposizione dall’organizzazione. Non solo, ma l’importazione temporanea dei prodotti da esporre non sottometterà i partecipanti alle lungaggini doganali, spesso anche costose e sempre con il rischio che la merce arrivi in ritardo, come purtroppo spesso succede in altri Paesi (in particolare Brasile ed Argentina dove abbiamo avuto personalmente esperienze, diciamo così, indimenticabili!). Infine occorre mettere in evidenza che Miami è una città frequentatissima dagli americani “latini” non solo perché vi si parla lo spagnolo (ormai più dell’inglese) ma anche perché molti impresari dispongono colà di beni personali.
In definitiva esistono tutte le condizioni perché l’evento si traduca in un grandissimo successo grazie anche alle sinergie createsi con Memorial International di Pablo Cevallos, una società con sede a Miami e presente con uffici propri in quasi tutte le grandi città del continente, con la quale è stato creato un partenariato che li vede in prima linea nell’organizzazione dell’aspetto “convention” (conferenze di aggiornamento e workshop pratici) inscindibile, da quelle parti, a quello prettamente espositivo di cui si occuperà Tanexpo con un’esperienza consolidata ed apprezzata da tutti.

Non appena si è diffusa la notizia di Miami Funer molti potenziali espositori e visitatori, prevenienti da diversi continenti, ci hanno immediatamente contattato per comunicarci la loro volontà di essere presenti. In tal modo l’idea iniziale di un approccio ai mercati centro e sud americani si sta trasformano in un evento mondiale cui parteciperanno aziende produttrici o di pompe funebri provenienti da ogni dove ed in particolare, oltre che dall’Europa, dal Nord America (alcuni “pezzi grossi” sono già in preallerta) e dall’Asia. Tutte le condizioni sono quindi riunite perché Miami Funer sia un successo senza precedenti nell’ambito delle fiere del settore e siamo sicuri che il lavoro che stiamo portando avanti con entusiasmo produrrà frutti importanti e duraturi per tutti.
 
Il Viaggiatore


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022