Rotastyle

A Ried Im Innkreis, in Austria, dal 25 al 27 settembre

Devota 2015 (Parte 3 di 3)

La Cremazione

Che la cremazione sia ormai un trend indiscutibile lo dimostra anche il fatto che nuovi crematori stiano sorgendo dappertutto là dove gli ostacoli burocratici ed amministrativi non facciano passare la voglia di intraprendere a chi intende farlo. Pensiamo in particolare ai nostri vicini di stand a Devota: tre soci, di cui uno giovanissimo, nuovi della professione e con un background formativo di tutto rispetto, che hanno investito capitali ingenti nella creazione di una società la "Feuerbestattung Oberösterreich" (crematorio dell’Austria Superiore) che inaugurerà a giorni il suo primo impianto nella regione di Ried. Un secondo è previsto in tempi rapidi in altra parte del Paese. Nella vicina repubblica un privato può aprire una struttura di tal tipo in un terreno di sua proprietà dopo aver ottenuto in tempi ragionevoli le autorizzazioni necessarie. Nel caso specifico saranno stati necessari 14 mesi dal deposito della richiesta al giorno dell’apertura! Le cose possono essere più o meno lunghe da una provincia all’altra, ma rimaniamo in ogni caso stupiti da tanta rapidità. Anche se l’Austria confina con l’Italia abbiamo talvolta, e non solo in questo caso, l’impressione che essa di trovi su un altro pianeta. Quella che ai tempi di Francesco Giuseppe era chiamata "Austria felix" sembra esserlo rimasta anche se alla monarchia è succeduta, dopo la tragica guerra del 1914-1918, la repubblica.

Aggiungeremo che i gentili vicini ci hanno abbondantemente rifocillato con ogni sorta di delicatezze, dolci e salate, senza che chiedessimo nulla. Ciclicamente il più giovane ci invitava al loro stand finendo, da ultimo, per servirci a domicilio. Un vasto assortimento di liquidi, prima fra tutti l’eccellente birra locale, completava i festeggiamenti. Austriaci anche maestri di ospitalità.La stessa, del resto, sperimentata, come ad ogni edizione di Devota in occasione della tradizionale cena per gli ospiti. Noi triestini abbiamo avuto l’impressione di essere a casa ritrovando le pietanze che ci hanno accompagnato sin dall’infanzia: knödel, liptauer, kren, goulasch, wienerschnitzel, apfelstrudel, … 
 
Nel discorso di apertura Rudolf Kleewein ha tagliato corto a tutti i "rumori di corridoio" circolanti a proposito del suo ruolo nella nuova configurazione sociale della manifestazione: effettivamente l’ente fiera di Ried è entrato nel capitale, ma ciò ha portato solo ad una spartizione dei compiti. Ci rallegriamo che per l’amico Rudolf non si è trattato dell’ultima edizione organizzata, ma della prima di un nuovo ciclo che ci auguriamo lunghissimo e ricco di successi per lui e per noi. 
 
Il Viaggiatore


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore