Rotastyle

Anno nuovo, vita nuova: un altro giro per tutti!

L’anno del Signore 2009 è trascorso: puntuale, ha lasciato spazio al suo successore nel momento in cui la mezzanotte ne ha decretato la fine. L’anno 2009 ha archiviato nel dossier della storia tutti i propri avvenimenti. Come sempre rimarranno impressi gli episodi che hanno fatto scalpore, per lo più quelli nefasti: attentati e stragi, crolli economici, tensioni politiche e tutte quelle faccende che paiono studiate apposta per farci stare male, per renderci piccoli uomini insicuri, seppur fortunati abitanti di questo bel pianeta. Ma cos’è un anno? Corrisponde all’orbita della nostra astronave blu dispersa nello spazio, pilotata nei suoi movimenti da misteriose equazioni celesti. È la rotazione della terra attorno al sole, e non è cosa da poco. Dopo i classici 365 giorni, più spiccioli, il nostro globo si ritrova puntualmente nello stesso posto, là nell’infinito, pronto ad iniziare un nuovo giro, un nuovo anno attorno alla sua stella, attorno alla luce che ci dà vita. La vita, anch’essa misterioso viaggio misurato in compleanni lunghi un anno. Vita, oscura meraviglia alla quale l’essere umano, pur essendone consapevole, sembra non portare il dovuto rispetto. La rotazione della terra attorno al sole n. 2009 d.C. è stata costellata di tante brutte gesta poco rispettose per la vita, ma buone da consegnare alla storia. Non si tratta di un caso isolato. Ripercorrendo tutti i numerati anni, andando a ritroso, superando l’anno zero e inoltrandosi nell’era remota degli dei pagani, la cronaca dei tempi ci riconsegna puntualmente i medesimi atteggiamenti distruttivi della parte peggiore dell’animo umano. Guerre e soprusi furono dal giorno del sempre, ingiustizie e prevaricazioni, lutti, genocidi. Poi la pace in quel posto nel mondo, riappacificazione, per iniziare altrove, medesime, deplorevoli malefatte. L’anno del Signore 2009 è alle nostre spalle da pochi giorni ed ora, dopo aver festeggiato con botti, abbracci e spumante l’inizio di una nuova rotazione della terra intorno al sole che passerà agli archivi del tempo con il n. 2010, le fosche notizie hanno ripreso il loro ritmo naturale. Anno nuovo, morte nuova. Già tanti martiri si sono immolati trascinando con loro vite innocenti ridotte in frammenti sanguinanti nel nome di una ideologia posticcia nell’immensità del tempo, ma di grande attualità. Già soffiano, dagli schermi delle tv, venti di guerre giuste in vecchie, nuove terre lontane. Eppure, per bizzarro ottimismo generato da stati di euforia collettiva che, in fondo, rendono questa nostra razza umana piuttosto simpatica, pur sapendo che non sarà così, ad ogni Capodanno si brinda a quello che ci si augura sarà un anno migliore. Le previsioni ne danno conferma, gli oroscopi non anticipano mai sgradevoli cose. Nel frattempo, il terrorista si è fatto esplodere dentro lo stadio, durante una partita di pallavolo. Centinaia di vittime in brandelli, giovani vite disintegrate senza senso, laggiù, in una parte remota del mondo. Già si è scovato l’esplosivo dentro all’aereo, non è saltato in aria, era il suo giorno fortunato. L’anno del Signore 2010 è appena cominciato! Notizie fresche per un anno nuovo che ci si augura sia davvero migliore, non si sa bene di quale, di quando, di cosa, dove e nemmeno poi perché. Tutto questo mentre intanto si va in giro, tutti insieme nello spazio infinito. Piccoli uomini impauriti, litigiosi, ingrati e presuntuosi. Posticci ospiti di questo generoso pianeta che, instancabilmente, continua a ruotare attorno alla sua stella per quella chissà quale miliardesima volta. Numero che conosce soltanto lui.
 
Carlo Mariano Sartoris

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore