Alberto Leanza, presidente Tanexpo

Verso nuovi traguardi

Abbiamo incontrato Alberto Leanza, presidente di Tanexpo, all’indomani della chiusura della manifestazione e ne abbiamo approfittato per raccogliere le sue impressioni a caldo.
Questa edizione di Tanexpo è stata considerata, a detta di tutti, un successo senza precedenti che ha superato tutte le aspettative. Ovviamente ne sono felice, ma personalmente questo eccellente risultato non mi ha stupito poiché da sempre sono convinto del grande valore di questa manifestazione, frutto di un progetto di lunga data iniziato da mio padre Nino anni orsono che con perseveranza, dedizione, investimenti mirati, intense relazioni e strategie vincenti, è riuscito a rendere questa rassegna l’appuntamento di riferimento del settore a livello mondiale. Dal canto mio, conscio che non si non vive di rendita e orgoglioso di continuare l’operato di mio padre, ho affrontato la mia prima vera grande sfida da imprenditore con altrettanto entusiasmo e determinazione e con l’auspicio che Tanexpo possa contribuire allo sviluppo e ad esaltare la dignità di un settore che è sempre sotto la luce dei riflettori solo per evidenziarne gli aspetti più negativi e degradanti.
Soddisfatto dai numeri delle presenze?
L’affluenza è stata ottima, sia in termini di espositori (250 aziende, + 25% rispetto al 2014!) che di visitatori, attestatisi attorno alle 18.000 unità, un numero mai raggiunto in passato! Ringrazio  tutte le aziende espositrici che hanno continuato a riporre fiducia nella rassegna e che hanno partecipato in maniera attiva garantendo ai tanti operatori in visita una pluralità di offerta per soddisfare qualsiasi esigenza. Un sentito ringraziamento quindi anche a tutti i visitatori giunti da ogni parte d’Italia, “isole comprese”, e da tutto il mondo (circa 55 nazioni rappresentate), inclusi i Paesi più lontani come Giappone, Filippine, Cile, Argentina..
Ha riscontrato, al di là dell’innegabile buon esito della rassegna,  qualche elemento di criticità?
Purtroppo vi è stata l’assenza di alcune importanti realtà italiane e di questo me ne rammarico molto, soprattutto perché ciò ha privato il panorama espositivo di alcune eccellenze del Made in Italy. In alcuni casi non comprendo pienamente e in altri ignoro completamente i motivi di questa assenza, dal momento che la risonanza generale di Tanexpo e i numeri dei potenziali contatti sono ben conosciuti e apprezzati dai produttori di tutto il mondo. Ci auguriamo di poter annoverare le aziende assenti tra i protagonisti di Tanexpo 2018.
Sta già pensando alla prossima edizione?
Tanexpo è una macchina che non si ferma mai! All’indomani  di questo successo ci stiamo già ampiamente muovendo per programmare gli step futuri e assicurare in questo modo una continuità a quanto è stato fatto.  L’obiettivo mio e di tutti coloro che ambiscono alla modernizzazione di questo settore è quello di confrontarsi in un contesto internazionale e per questo motivo, come avrete letto nelle pagine precedenti, abbiamo programmato un importante evento negli Stati Unti - a Miami dal 14 al 17 marzo 2017 – che darà vita a nuove sinergie e a nuovi stimoli che renderanno Tanexpo 2018 un polo di attrazione ancora più interessante e qualificato.
 
Raffaella Segantin


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022