Body art da conservare

Ha destato scalpore, ma sta raccogliendo anche grande consenso, un servizio esclusivo brevettato da un’azienda statunitense.


L’America è da sempre fonte di curiosità e di nuove tendenze. Quello che propone un compagnia dell’Ohio va probabilmente oltre la nostra immaginazione: stiamo parlando della rimozione dei tatuaggi dal corpo di un deceduto da conservare come ricordo.

La cosa ci può lasciare non poco perplessi, ma, vista la risposta del pubblico, il servizio è destinato ad un sicuro successo, come affermano convinti gli ideatori Michael e Kyle Sherwood, padre e figlio di professione imbalsamatori, che hanno creato l’azienda Save My Ink Forever. I media statunitensi hanno parlato molto di loro e lo ha fatto anche Patricia Hartley in un pezzo pubblicato sulla newsletter online Funeral Industry News da cui trae spunto questo articolo.

C’è poco da ironizzare, il sevizio lanciato dai Sherwood è un'opzione professionale legittima negli USA e sempre più popolare, tanto che la domanda è in costante crescita. I tatuaggi non sono più terreno esclusivo di marinai e detenuti, oggi sono socialmente accettati e largamente diffusi fra persone di ogni ceto sociale e di ogni età. Negli Stati Uniti si stima che più di 42 milioni di persone siano ricorse almeno una volta alla body art e il 60% di queste abbia più di un tatuaggio sul proprio corpo.

Come funziona?
Gli Sherwood dichiarano che l’operazione di rimozione del tessuto non è per nulla complicata tanto che viene solitamente eseguita direttamente dalle imprese funebri, previa autorizzazione della famiglia che solleva sia Save My Ink Forever che l'impresa stessa da ogni responsabilità. L’azienda si preoccupa di formare gli operatori, tuttavia assicurano che qualsiasi imbalsamatore è in grado di portare a termine il lavoro di rimozione semplicemente seguendo le istruzioni di uno speciale kit precedentemente fornito. “L’intervento avviene sulla parte più superficiale della pelle" conferma Sherwood. "Tuttavia, se il tatuaggio è molto grande o se ci sono più escissioni da eseguire, un nostro esperto può recarsi sul posto per monitorare personalmente il lavoro”. Il kit include anche le istruzioni per l'imballaggio e la spedizione della parte asportata a Save My Ink Forever che procederà alla fase di preservazione grazie all'utilizzo di una formula esclusiva. Una volta che la conservazione viene portata a temine (l'intero processo richiede dai tre ai quattro mesi) il pezzo di body art viene inserito in una cornice e inviato ai parenti.

Coloro che hanno richiesto questo servizio sono felici di poter serbare il tatuaggio del proprio caro, consapevoli di quanto fosse importante per la persona deceduta. “È un po’ come averlo ancora con noi” scrive una signora su Facebook. “Sarebbe stato molto soddisfatto vedere i suoi tatuaggi incorniciati come raffinate opere d'arte”.
Prima della sua morte avvenuta nell'ottobre 2018, il tatuatore canadese Chris Wenzel aveva chiesto alla moglie di rivolgersi a Save My Ink Forever per rimuovere e preservare i suoi tatuaggi che ricoprivano il 70% del corpo. Sherwood ha tolto sette disegni da schiena, petto, gambe e braccia in quella che al momento è stata l’operazione più vasta e complessa che hanno portato a termine. "Ora che è a casa, mi sento come se fossimo completi, come se fossimo tornati insieme", ha detto Cheryl Wenzel alla stampa dopo aver ricevuto i tatuaggi del marito.

Quello della rimozione e conservazione dei tatuaggi è un bisogno che non è sempre compreso, tanto che, stando a quanto riferisce Sherwood, non sono pochi i funeral directors che si rifiutano di esaudire queste richieste. Ma alla Save My Ink Forever sono convinti che poter dare una opportunità a quelle famiglie per cui ciò riveste particolare significato, sia una strada che va seguita.

Che possibilità di successo può avere un servizio come questo da noi, al là del fatto se legalmente potrà o meno essere effettuato? Per ora penso sia molto scarsa, ma si sa, la società evolve con grande rapidità e la globalizzazione influisce considerevolmente sul sentimento collettivo. Chissà…
 
Raffaella Segantin


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo