Luciano Scagliarini,
Presidente della SOCREM più importante di Italia

LA SOCREM DI TORINO APRE ALLA PREVIDENZA FUNERARIA

Nello scorso mese di giugno la Socrem di Torino ha presentato una nuova iniziativa solidaristica: "consentire ai Soci di provvedere in vita alla copertura delle proprie spese funerarie grazie ad una apposita forma associativa da stipulare fra l'interessato e una società di assicurazione".
Prima di procedere concretamente il Presidente Luciano Scagliarini ha inviato ai Soci Socrem un questionario finalizzato a valutare le esigenze della base associativa e a individuare le soluzioni migliori. Il questionario ha avuto un grande successo, per il numero di risposte pervenute, evidenziando che questo problema, la previdenza funeraria, comincia a interessare una larga fascia di utenti anche nel nostro Paese.
Sicuramente la previdenza funeraria pone molti problemi, a iniziare dal rischio che le attività funerarie passino progressivamente sotto il controllo delle Compagnie di Assicurazioni, o di altri soggetti, espropriando gli operatori funebri della loro vera ricchezza: la clientela. Non si può, però, chiudere gli occhi di fronte al maturare di queste nuove problematiche. Per conoscere e capire meglio le iniziative di Socrem Torino, abbiamo posto al Presidente Scagliarini alcune domande sulla previdenza funeraria.
"Il questionario cui ci si riferisce è stato diffuso fra i nostri Soci. Le Società di Cremazione, oltre alla diffusione degli ideali cremazionisti, si prefiggono anche fini solidaristici. Aiutare gli associati ad assicurarsi l'adempimento delle proprie volontà, formulate in vita, senza dipendere da altri, rientra nei servizi che l'associazione garantisce. Il tessuto sociale in questi anni è mutato sensibilmente e continua a cambiare. Sempre più sono le persone sole o che hanno figli o parenti in altre città, magari lontane. È sempre più diffusa l'esigenza di preordinare le proprie volontà e di non gravare o dipendere da altri nel momento fatidico.
In altri paesi europei si sono manifestate le medesime tendenze e sono state offerte soluzioni. Riteniamo che anche nel nostro paese siano ormai maturi i tempi per affrontare questa problematica. Il questionario aveva lo scopo di quantizzare e precisare meglio le sensazioni che quotidianamente rileviamo fra i nostri Soci. La risposta è stata molto positiva e ci ha fornito sufficienti elementi per proseguire la nostra attività di analisi e di realizzazione della soluzione che intendiamo presentare ai Soci quanto prima
".

Nel contesto della previdenza funeraria il problema della titolarità del servizio funebre è fondamentale. Non sarà l'Assicurazione a determinare le scelte nel momento dello svolgimento delle Onoranze?
"Sicuramente non sarà l'Assicurazione a determinare scelte di questo tipo, anzi. Come abbiamo già più volte chiarito nelle nostre comunicazioni ai Soci, la scelta del tipo di servizi richiesti e del fornitore degli stessi, cioè dell'Impresa di Onoranze Funebri, dovrà essere preventivamente effettuata dal nostro Socio. Una scelta effettuata preventivamente ed autonomamente dal Socio è una condizione vincolante per sottoscrivere la polizza.
Il rapporto fiduciario che dovrà legare il soggetto che sceglie ed il fornitore che si impegna, alle condizioni concordate, a prestare i servizi prescelti, sarà alla base della soluzione che intendiamo realizzare. Certamente dovranno essere soddisfatte le necessarie esigenze di qualità, trasparenza e regolarità, in accordo con tutta la normativa di riferimento. Né la Socrem, né l'Assicurazione intendono essere coinvolte nella scelta delle Onoranze.
Esse potranno e dovranno limitarsi alla sola verifica della corrispondenza dei servizi resi alle condizioni a suo tempo pattuite. La Socrem, essendo una associazione, si prefigge unicamente di esercitare il suo compito istituzionale di tutela dei propri Soci
".

Quale rapporto stabilirà la Socrem di Torino con le Imprese di Onoranze Funebri nello svolgimento dei servizi funebri contrattualizzati con il ricorso alla previdenza funeraria?
"La Socrem non pensa a nuovi rapporti, ma continuerà, come sempre, a mantenere, e possibilmente migliorare, i rapporti già normalmente buoni con tutte le Imprese di Onoranze Funebri che vorranno collaborare. Il nuovo compito della Socrem sarà solamente quello di verificare, per conto del Socio qualora non vi fossero familiari incaricati di farlo, la coerenza dei servizi fatturati con quelli resi e quelli concordati".

Quali prospettive di collaborazione si possono individuare tra le Imprese di Onoranze Funebri e la Socrem, finalizzate sia al perseguimento degli obiettivi della Società di Cremazione, sia alla realizzazione dei desideri manifestati dai cittadini? "Le più ampie, compresa la raccolta di nuove adesioni alla nostra Associazione".

Sono risposte importanti, da non lasciare cadere nel vuoto da chi è davvero interessato a promuovere servizi sempre più adeguati alle esigenze dei cittadini.
 
Francesca Maria Marcucci

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022