Nuovi sguardi
La figura professionale del cerimoniere

Le aumentate esigenze espresse da una collettività che vive l’esperienza della morte con una maggiore propensione a personalizzare l’omaggio al defunto ed il successivo commiato rendono indispensabile per l’Operatore Funerario una adeguata conoscenza di nozioni teoriche e di tecniche operative in grado di consentirgli un migliore approccio con la famiglia in lutto e una più corretta gestione della cerimonia.
 
Il laboratorio formativo “Nuovi sguardi” intende:
• contribuire alla formazione di una nuova figura professionale;
• dare informazioni culturali sulla tanatologia nei suoi aspetti interdisciplinari;
• trasmettere consapevolezza dell’aiuto alla famiglia nel proprio servizio;
• identificare le funzioni psicologiche del rito;
• analizzare i filtri che interferiscono nella relazione di aiuto agli altri;
• impostare e gestire correttamente la cerimonia del commiato;
• apprendere i linguaggi della ritualità;
• gestire le interferenze e le interruzioni per non penalizzare i congiunti;
• equilibrare la contraddizione esistente tra “tempo cronologico” e “tempo psicologico”.
 
La metodologia utilizzata sarà di tipo interattivo e coinvolgente, mirata al raggiungimento di risultati concreti. Alla parte teorica verrà affiancata, come strumento di supporto, una sperimentazione attiva, il “Laboratorio”, per dare ai partecipanti la possibilità di mettersi in gioco in maniera reale, arrivando a focalizzare i bisogni formativi personali.

 
Esiste uno stretto rapporto tra rito funebre e società: il rito del commiato non può prescindere dal contesto in cui viene celebrato, anzi ne rivela la visione della morte. La nostra società, plurale dal punto di vista culturale, etnico e religioso, non è antiritualista; quando si allontana dai grandi riti collettivi perché non riesce più a riconoscersi in essi tende ad inventare altre forme di ritualità per esprimere contenuti che sono cambiati, ma che rispondono al bisogno di uno spazio, di un tempo e di un linguaggio rituali volti alla condivisione del dolore.
 
I Corsi vengono proposti in tre versioni, in relazione ai diversi bisogni formativi individuali o alle esigenze di ciascuna realtà aziendale.


MODULO A (20 ore):
• tanatologia culturale
            - il rito e la ritualità funebre
            - la morte e il lutto nella società contemporanea
• la figura professionale del cerimoniere
            - i luoghi in cui interviene l’operatore funerario
            - il ruolo del cerimoniere
            - le dinamiche tra il cerimoniere e la famiglia
            - un nuovo modello per gestire il commiato
            - comunicare il rito
            - esercizi di “trasformazione”
 
MODULO B (40 ore):
• tanatologia culturale
            - il rito e la ritualità funebre
            - la morte e il lutto nella società contemporanea
• psicologia del lutto
            - la famiglia e il rito funebre
            - il ruolo del cerimoniere e i nuovi orientamenti
            - l’arte di comunicare
• la figura professionale del cerimoniere
            - i luoghi in cui interviene l’operatore funerario
            - il cerimoniere all’interno delle relazioni sociali
            - soggetti e destinatari del rito
            - le dinamiche tra il cerimoniere e la famiglia
            - un nuovo modello per gestire il commiato
            - un viaggio nei valori
            - comunicare il rito
            - il rito e i suoi linguaggi
            - “laboratorio” individuale e di gruppo
 
MODULO C (60 ore):
• tanatologia culturale
            - il rito e la ritualità funebre
            - la morte e il lutto nella società contemporanea
• psicologia del lutto
            - la famiglia e il rito funebre
            - il ruolo del cerimoniere e i nuovi orientamenti
            - l’arte di comunicare
• la figura professionale del cerimoniere
            - i luoghi in cui interviene l’operatore funerario
            - il cerimoniere all’interno delle relazioni sociali
            - soggetti e destinatari del rito
            - le dinamiche tra il cerimoniere e la famiglia
            - un nuovo modello per gestire il commiato
            - un viaggio nei valori
            - comunicare il rito
            - il rito e i suoi linguaggi
            - i materiali
            - psicologia del colore
            - i fiori per l’ultimo saluto
            - gli strumenti del cerimoniere nei diversi ambiti
            - il senso dello spazio e del tempo rituale
            - le musiche del rito
            - le parole e la voce
            - modelli rituali
            - “laboratorio” individuale e di gruppo
 
Quote di partecipazione:
• modulo A:            500,00 € + IVA
• modulo B:            900,00 € + IVA
• modulo C:            1.200,00 € + IVA
(per gli Associati a Feniof o a Federcofit in regola con i versamenti associativi 2010 la quota di partecipazione sarà scontata del 10%)
 
Modalità di pagamento: 50% al momento dell’iscrizione, 50% ad inizio corso.
 
A coloro che frequenteranno i moduli a e b verrà rilasciato un attestato di partecipazione; ai partecipanti al modulo c verrà consegnato un diploma.

Per iscriverti telefona al numero 051 4298311 o manda una mail a info@formazionefuneraria.it.

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022