a Bologna, nel mese di giugno 2005

il sesto Congresso Internazionale I.A.T.S.

Nell'editoriale dello scorso mese il nostro direttore vi ha anticipato che, a giugno del 2005, avrà luogo a Bologna il Congresso dalla IATS, l'Associazione Internazionale di Tanatologia e Suicidologia presieduta dal Prof. Francesco Campione.

Sarà una formidabile occasione per riunire, in un contesto unico, tutti coloro che, a diverso titolo, sono professionalmente o umanamente impegnati in un ambito che vede protagonista l'ineluttabile evento che accompagna la vita di tutti gli uomini.

Saranno presenti studiosi di fama internazionale provenienti da diversi Paesi (Usa, America Latina, Europa e Asia) e tutte le realtà culturali, sociali e imprenditoriali italiane hanno il dovere di impegnarsi perché questo appuntamento possa costituire una eccezionale opportunità di incontro e di discussione.

È stato scelto un tema di forte impatto, la "buona morte", che verrà trattato attraverso tutte le sue angolazioni e con una ampia varietà di approcci teorici, pratici ed assistenziali. Da un punto di vista scientifico, si cercherà di rispondere ad alcune domande cruciali:

• l'eutanasia e il suicidio possono essere considerate buone morti?

• morire in hospice è meglio che morire in ospedale o a casa?

• può la morte di un bambino essere una buona morte?

• cosa significa buona morte per le persone in lutto?

• è possibile garantire una buona morte senza parlare di morte?

L'Italia sta diventando un Paese tanatologicamente sempre più interessante, soprattutto per il recente e rapido diffondersi del movimento hospice e per le originali conseguenze culturali e assistenziali che ne possono derivare sul suicidio, sulla eutanasia e sul lutto. Inoltre, sta aumentando sempre più la consapevolezza della necessità di un aiuto per i lutti traumatici, complicati o patologici; a tal fine l'Università di Bologna sta predisponendo la realizzazione, sul piano formativo ed assistenziale, di una rete nazionale per l'aiuto alle persone in lutto.

Tanatologi, religiosi, psicologi, pedagogisti, medici, psichiatri, infermieri, educatori, volontari, avvocati, sociologi, etnologi, antropologi e operatori funerari garantiranno alle sessioni IATS la più completa analisi di tutte le problematiche. Parallelamente, in una serie di appuntamenti satellite, verranno trattati ai più alti livelli argomenti tecnici e professionali. Ne parleremo il prossimo mese, quando sarà definitivamente approntato il programma di massima dell'evento.

 
Cristina Gamberini

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022