Nasce il Giornale Internazionale di Arte & Medicina

Una scommessa culturale

Cantieri aperti da più di un anno per questo ambizioso progetto della casa editrice Umberto Allemandi di Torino. Si tratta di un nuovo giornale, uscito lo scorso mese, che si dedica finalmente ad esplorare le terre di confine tra medicina e arte, quello spazio di condivisione in cui i linguaggi si mescolano per diventare strumenti utili ad entrambe le discipline. Con questa premessa un gruppo di lavoro, costituito da professionisti torinesi e collaboratori nazionali e internazionali, si propone di lavorare per diffondere la consapevolezza di un necessario recupero delle radici artistiche della professione medica.
“Tutto è partito dalla constatazione di un bisogno molto diffuso tra i professionisti della cura, cioè la necessità di appropriarsi di nuove forme espressive e di nuovi strumenti per fare salute”, afferma Rossana Becarelli, direttore scientifico del giornale. “Negli ultimi anni è sempre più frequente leggere su riviste specializzate, ma anche su testate generaliste, il gusto per un incontro tra arte e salute che fino ad oggi è rimasto soltanto un accessorio della cultura, un effetto casuale della pratica medica e di quella artistica. In questo momento storico, più che in altri, l’arte entra ed è richiesta nei luoghi di cura come utile e preziosa risorsa. Molti spunti, fenomeni e idee diffusi sul nostro territorio, ma soprattutto a livello internazionale, rischiavano di andare perduti o sprecati”.
Di tutto questo si è fatto promotore Umberto Allemandi, storico editore torinese specializzato nel campo dell’arte, molto noto in Italia e all’estero non solo per la raffinatezza delle sue pubblicazioni, ma anche per l’alto valore culturale del suo essere editore. Tra le sue pubblicazioni note al pubblico il Giornale dell’Arte, oggi diffuso in più lingue in tutto il mondo, e il Giornale dell’Architettura, punto di riferimento per addetti ai lavori e appassionati del settore. “La medicina tocca l’essenza della vita umana. E se l’esperienza dell’arte può essere lo strumento per un incontro più ricco con la vita, il rapporto tra arte e medicina pare essere un obbligo. Il progetto rappresenta un glorioso traguardo per la nostra casa editrice. È una idea editoriale innovativa dal punto di vista culturale che mancava nel panorama giornalistico nazionale e internazionale. La straordinaria attualità del tema è percepita da tutti, addetti ai lavori e lettori dei media generalisti; grazie all’eccellenza di autori e collaboratori si vuole esplorare in modo nuovo tutto il mistero del rapporto avvolgente e totale che lega arte e medicina e che meritava di trovare uno spazio dedicato. Dopo tanti anni di attività non era facile reperire idee che potessero rinnovare l’entusiasmo e l’interesse dei primi tempi. Questo progetto, che ritengo di grande utilità per nuovi approdi di conoscenza, è certamente una delle esperienze più belle, forse la migliore, di tutta la mia lunga storia di editore”.
Il Giornale Internazionale di Arte & Medicina è, al momento, costituito da un foglio (quattro pagine), su carta raffinatissima, con circa una decina di articoli di alto profilo scritti da medici e artisti: si propone di diventare un luogo dedicato, un approdo di conoscenza, uno strumento ad uso di chi legge e di chi si occupa di salute in senso ampio. In tempi in cui fare cultura è diventato quasi un gesto rivoluzionario, ma proprio per questo essenziale, una nuova forma espressiva che diventa condivisione, dibattito e critica entrerà certamente nel cuore di molti.
 
Martina Mandrioli


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022