Funermostra 2007

Una risposta concreta alle esigenze degli operatori

Più di cento espositori presenteranno, dal 9 all'11 maggio a Valencia, le novità di oltre 200 produttori del settore funerario e cimiteriale. Il 26% del totale è rappresentato da aziende provenienti dalla Francia, dall'Italia, dal Portogallo, dal Regno Unito e dalla Russia.
Particolarmente significativa è la partecipazione italiana, grazie anche alle sinergie in atto con il Consorzio Tanexport che, oltre ad un'area istituzionale in cui saranno ospitate le 14 prestigiose aziende aderenti al Consorzio, vedrà presenti, con propri spazi commerciali, Ferrari, GFM Imbottiture, Tecnica Press e Zorsol. Questa forte impronta estera conferma Funermostra come unico punto di riferimento, in Spagna, per gli Operatori della Penisola Iberica e la inserisce definitivamente fra gli appuntamenti più prestigiosi del calendario internazionale”. Beatriz Colom è il Direttore Generale di Funermostra. “Questa nona edizione nasce sotto i migliori auspici. Rispetto al 2005 abbiamo incrementato di oltre il 60% la superficie espositiva, arrivando oggi a oltre 3.300 metri quadrati netti occupati. E anche il numero di espositori e di aziende rappresentate ha registrato un entusiasmante balzo in avanti”.
L'offerta commerciale di Funermostra è ampia ed esauriente, e risponde appieno alle necessità di un mercato sempre più attento all'utilizzo di servizi personalizzati e di prodotti ecocompatibili. Cofani funebri, accessori funerari, urne cinerarie, fotoceramiche, autofunebri, forni crematori, attrezzature e prodotti per la tanatoprassi, ornamenti floreali, abbigliamento tecnico, macchine per la lavorazione del marmo e prodotti finiti: la rassegna rappresenterà per gli Operatori spagnoli una formidabile occasione di business e di aggiornamento e qualificazione professionale.
Il definitivo riconoscimento di Funermostra è sancito anche dal fatto che, lì, avranno luogo i periodici incontri delle più importanti Organizzazioni di categoria del nostro Paese. Ospiteremo l'Assemblea Generale Annuale della Confederazione Nazionale Prestatori di Servizi Funerari (Panasef), quella dell'Associazione Enti e Imprese Comunali di Servizi Funerari e Cimiteriali e la convention di Memora Servizi Funerari, appartenente al Gruppo Acciona. Ricco anche il programma scientifico, a testimonianza di una particolare attenzione agli argomenti che più sembrano interessare gli operatori. Il 9 e il 10 maggio avrà luogo il Primo Congresso Europeo sui Cimiteri Storici, patrocinato da Mémora, FCC, Secopsa, Apocalipsis, Clem e Atroesa e organizzato con il contributo di Asce, Associazione Internazionale dei Cimiteri Storico Monumentali, e dell'Asociación de Cementerios Municipales della Spagna. Panasef, a sua volta, proporrà l'11 maggio una giornata sulla tanatoprassi con la divulgazione degli ultimi aggiornamenti tecnici e professionali sulla materia. L'8 e il 9 maggio, infine, avremo un corso per la gestione dei servizi funerari organizzato da Atlántida Formación”.
Il comparto funerario, in Spagna, movimenta un volume d'affari annuo di circa 697 milioni di euro con una spesa media, per funerale, di circa 2.000 euro. L'Istituto Nazionale di Statistica (INE) stima in 387.355 il numero di decessi per il 2006.
È un mercato in continua evoluzione, dinamico e sempre più specialistico, legato ai mutamenti socioculturali che emergono sul territorio. Cresce in maniera esponenziale il numero delle cremazioni, che colloca la Spagna fra i Paesi dell'area mediterranea che più adottano questa pratica, così come cresce, soprattutto nelle grandi città, il numero delle cerimonie laiche”.
 
Ida Salvitto

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022