In un convegno promosso da FEDERCOFIT per approfondire contenuti e problematiche

razionalizzare il settore in una dimensione europea

Vittorio Carreri ed Anna Pavan hanno illustrato a Milano significato e innovazioni della Legge Regionale della Lombardia sulla funeraria.
A TANEXPO 2004, venerdì 26 marzo, il confronto fra le Regioni.

Il 26 febbraio ha avuto luogo, a Milano, un convegno organizzato da FEDERCOFIT ed incentrato sulla disamina della Legge Regionale Lombarda e, in particolare, sulla attuale fase di "scrittura" del Regolamento, alla stesura del quale la Federazione collabora attivamente in seno ad una Commissione appositamente istituita.
In una sala gremita, il Presidente Piero Maurizio Zaffarano ha brevemente riepilogato l'excursus della normativa, le posizioni di FEDERCOFIT, l'attività della stessa all'interno dei tavoli di lavoro istituiti ormai in molte Regioni; ma, soprattutto, ha voluto introdurre i due illustri ospiti, Vittorio Carreri, vero artefice della Legge e coordinatore, per la materia, nella Conferenza Stato Regioni, e Anna Pavan che, nella Regione Lombardia, guida i lavori della Commissione incaricata del Regolamento attuativo ai quali ha dato una impronta di velocità, pluralità di pensiero, efficacia.
Vittorio Carreri ha sottolineato come l'iniziativa della Regione Lombardia abbia impresso una brusca accelerazione alla regolamentazione della materia, ricordando il precedente del 1990 quando proprio la Lombardia fu l'unica Regione ad opporsi ad un Regolamento di Polizia Mortuaria ritenuto inadeguato.
"L'attuale legge, viceversa, ha superato brillantemente l'esame dei giuristi del Governo" ha detto Carreri. "Gli stessi giuristi che, negli ultimi tempi, hanno rinviato alla Corte Costituzionale ben cinque Leggi Regionali della Lombardia. Non abbiamo la visione di una Italia a pezzi. Ma di una Italia che ha precise necessità.
Abbiamo fatto un importante passo in avanti per rendere razionale questo settore e per collocarci, in maniera più consona, in una dimensione europea". Carreri ha poi manifestato il proprio apprezzamento per il contributo offerto da FEDERCOFIT sia in occasione della audizione consiliare, sia nel gruppo di lavoro per la stesura del regolamento. "Abbiamo fatto tesoro di tutti i vostri suggerimenti. Altrettanta attenzione avremmo riservato alle indicazioni delle altre organizzazioni di categoria se soltanto fossero state presenti. Ma hanno brillato per la loro assenza! Dov'erano quelli che oggi ci criticano? Perché non hanno fatto sentire la loro voce? E anche oggi, in Commissione, bisogna essere propositivi e rappresentativi, non ostinatamente zitti per poi dissentire!". Carreri ha concluso il proprio intervento ricordando come, in questa fase, sia possibile precisare alcuni concetti tecnici espressi dal Legislatore in maniera vaga e approssimativa. "Un esempio su tutti: l'articolo in cui si parla di legno dolce non verniciato a proposito dei cofani da autorizzare per la cremazione".
Anna Pavan è entrata nello specifico della Legge e della attività del gruppo chiamato a scrivere il Regolamento. "La Legge nasce dalla modifica del titolo v della Costituzione, che affida alle Regioni il compito di provvedere alla tutela della salute. Ci siamo preoccupati di innovare le attività igienico sanitarie nel rispetto di alcuni principi irrinunciabili: l'efficacia e l'efficienza degli interventi basati sulla evoluzione scientifica, il rispetto della dignità e delle idee religiose e culturali di ciascun individuo, la tutela degli interessi di tutti i cittadini, una informazione completa e corretta. Abbiamo cercato di essere particolarmente attenti ad alcuni punti fondamentali: gli adempimenti conseguenti al decesso, l'osservazione e i trattamenti sul cadavere, l'attività funebre ed il trasporto, i cimiteri e le sale del commiato, la dispersione delle ceneri, la cremazione dei resti mortali. Restano ancora, oggi, dei problemi aperti, alla soluzione dei quali stiamo alacremente lavorando: verificare l'iter parlamentare della legge nazionale, approntare regolamenti e codici deontologici, dettagliare le innovazioni. Ma la via è tracciata. Si tratta solo di percorrerla velocemente e in condizioni di massima sicurezza".
Un vivace e lungo dibattito con la platea ha concluso i lavori, ghiotto preludio all'incontro in programma a TANEXPO il prossimo 26 marzo, alle ore 15,00, durante il quale i rappresentanti delle Regioni si confronteranno fra loro, con le Organizzazioni di categoria, con i numerosi Operatori presenti a Modena.
 
Carmelo Pezzino

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022