Il nuovo master specialistico sulla tanatoprassi

Un nuovo progetto di dimensione davvero europea

Verrà ufficialmente presentata all’inizio di settembre la nuova formula del Master Specialistico sulla Tanatoprassi, promosso dalla Scuola Superiore di Formazione per la Funeraria in collaborazione con Delena Formación e diretto dal Prof. Javier Eduardo Chavez Inzunza, noto tanatoprattore spagnolo. Il progetto è destinato a coloro che hanno già frequentato con profitto il modulo base di primo livello sulla tanatoestetica ed è articolato in due distinte fasi: una semplice e funzionale formazione a distanza di circa 300 ore su una piattaforma informatica, con assistenza di un tutor e con verifiche costanti sul livello di apprendimento, e una sperimentazione pratica sulle salme di una settimana che avrà luogo in Italia sotto la guida di Inzunza e che sarà propedeutica alla verifica finale ed al rilascio di un Diploma riconosciuto dalla prestigiosa Universidad Rey Juan Carlos di Madrid. Una formazione di elevatissimo livello quindi, pari a quella erogata nei Paesi Europei più evoluti sulla materia, che consentirà agli Operatori italiani di essere pronti a mettere in atto tutte le tecniche apprese, non solo sulle migliori prassi per la tanatoestetica, ma anche per una corretta esecuzione della tanatoprassi una volta che anche l’Italia avrà correttamente riconosciuto a livello normativo tale pratica. Sul sito internet www.formazionefuneraria.it troverete dopo l’estate informazioni esaurienti su programmi didattici, modalità di iscrizione e costi.
Nel frattempo è proseguita la normale attività didattica della Scuola con diverse edizioni dei moduli sulla cerimonia e sulla tanatoestetica.
Il format “Nuovi Sguardi – la figura professionale del Cerimoniere” si è sviluppato secondo una nuova formula, più snella e più dinamica, in cui, oltre ad una breve parte teorica in cui sono stati approfonditi gli aspetti psicologici e comportamentali del lutto, si è data grande attenzione ad una sperimentazione attiva che aiuta a meglio rapportarsi con i dolenti e a identificare spazi, tempi e modalità utili a “costruire” una cerimonia davvero unica ed equilibrata. Entusiasti tutti i partecipanti, che hanno immediatamente potuto mettere in atto quanto appreso valorizzando il proprio lavoro ed offrendo ai dolenti un servizio più consapevole e più qualificato. Prossime date dal 15 al 17 ottobre 2015.
Con cadenza mensile, invece, ha avuto luogo il Corso “Nuovi Gesti - la figura professionale del Tanatoprattore”, l’unico in Italia, lo ricordiamo, che consente ai partecipanti di fruire di una sperimentazione diretta sulle salme e non, come accade in altri progetti analoghi, su semplici manichini. Diretto dal Prof. Javier Eduardo Chavez Inzunza, il format viene svolto presso Terracielo Funeral Home, la struttura modenese che, per l’ottima dotazione tecnologica e per la perfetta organizzazione degli spazi tecnici, rappresenta la sede ideale per erogare una formazione di elevatissimo livello. Supportato dall’efficacia di attrezzature e di prodotti all’avanguardia, Inzunza ha fornito ai partecipanti strumenti idonei a rispondere adeguatamente alle richieste delle famiglie consentendo loro di mettere subito in atto le nozioni teoriche e le tecniche operative apprese e dando così concretezza immediata ad una qualificazione professionale di grandissimo valore pratico ed etico. I metodi proposti e sperimentati sul campo rispondevano a tre obiettivi primari (la disinfezione, la conservazione e il ripristino) per preservare, in condizioni di massima sicurezza, l’aspetto della salma per il periodo necessario al commiato curandone una presentazione estetica in grado di eliminare anche le deturpazioni create da traumi o da ferite. Prossime date dal 21 al 26 settembre 2015.
Previsti in autunno anche un approfondimento di tre giorni dedicato al make-up funerario, in cui coloro che hanno frequentato con profitto il modulo di primo livello potranno cimentarsi in ulteriori sperimentazioni pratiche, e un format specificatamente orientato al personale sanitario che opera all’interno delle camere mortuarie ospedaliere. Sono sotto gli occhi di tutti i limiti che sovente, in diverse zone d’Italia, emergono nella preparazione delle salme in ambito delle case di cura e di riposo, non per incapacità o per cattiva volontà del personale preposto, ma per limiti formativi legati ad una insufficiente preparazione teorica e pratica: obiettivo del corso è quindi quello di fornire conoscenze ed esperienze legate alle tecniche più innovative e ai materiali più idonei per ottenere risultati che, non è un luogo comune, aiutano a presentare meglio il defunto consentendo alle famiglie un distacco più “dolce” che si ripercuoterà favorevolmente anche nella successiva elaborazione del lutto.
Un altro format partirà nei prossimi mesi, le Giornate di approfondimento sulla Casa Funeraria in cui, attraverso le esperienze dirette di importanti operatori italiani e di autorevoli consulenti sui diversi aspetti progettuali, realizzativi e gestionali, sarà fornito ai partecipanti un quadro esaustivo e completo su quello che rappresenta certamente il futuro della funeraria italiana. Il Corso sarà propedeutico ad una ulteriore esperienza formativa proposta da EFI - Eccellenza Funeraria Italiana - che intende promuovere un Master strutturato, della durata di un intero anno accademico, sulla figura professionale del moderno imprenditore funerario.
 
Carmelo Pezzino


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022