I primi cinque anni di Terracielo Funeral Home

Tempo di primi bilanci per Terracielo Funeral Home. A cinque anni dall’inaugurazione, il patrón Gianni Gibellini ha incontrato la stampa locale e di settore per divulgare i dati del primo lustro di attività. I numeri sono alquanto interessanti, tenendo conto che l’utilizzo della Casa Funeraria, quale luogo per vegliare i propri cari in attesa delle esequie, è nel nostro Paese un’autentica novità che non rientra ancora nel costume e nella mentalità comuni.
Sono state ben 1.828 le famiglie che ad oggi si sono affidate alla prestigiosa struttura modenese e più di 400.000 le persone entrate per rendere l’ultimo saluto a parenti ed amici scomparsi. Qui, in spazi adeguati e diversificati, sono stati celebrati numerosissimi funerali di cui 1.496 cattolici, 262 con rito civile, 36 islamici, 12 evangelici, 7 ebraici, 6 buddisti, 4 secondo il rito dei Testimoni di Geova, 3 ortodossi, e persino 2 mormoni. Una varietà di situazioni che mette in evidenza l’estrema versatilità di Terracielo e la competenza di una squadra in grado di rispondere alle esigenze di diverse confessioni religiose.
Quando ho costruito questa struttura e quando è stata messa a disposizione del pubblico nel 2011, non mi aspettavo un’accoglienza così immediata e calorosa - racconta un comprensibilmente soddisfatto Gianni Gibellini.-  Ritenevo ci volesse un periodo molto più lungo affinché questo nuovo concept potesse prendere piede, ma evidentemente i tempi erano più che maturi. Terracielo ha iniziato fin da subito a lavorare a ritmi sostenuti e ogni anno le richieste sono aumentate del 10%, questo sicuramente grazie anche alla nostra professionalità e alla qualità dei servizi che siamo in grado di offrire.
Con le sue nove sale del commiato, un grande spazio da 700 posti per commemorazioni  religiose o laiche, dove è possibile eseguire anche musica dal vivo, Terracielo Funeral Home è una delle più grandi, più belle e più funzionali strutture di questo tipo esistenti oggi in Italia. Gli ambienti sobri, ma eleganti, sono stati progettati non solo per tributare la giusta dignità al defunto, ma anche per infondere un sentimento di serenità, accompagnando in modo discreto le persone nel loro percorso di elaborazione del lutto. Nulla è stato lasciato al caso: all’ingresso si viene accolti in un chiostro caratterizzato da una rilassante fontana e da un simbolico albero di ulivo. Tutte le sale sono contraddistinte da un colore diverso che viene ripreso dagli arredi di design; sono inoltre dotate di schermi che possono diffondere immagini per ricordare i momenti di vita del defunto o musiche di sottofondo scelte dalla famiglia. Non manca la tecnologia che, grazie ad una efficiente connessione internet, permette a parenti ed amici lontani di partecipare in diretta ai momenti di commemorazione. Per consentire agli ospiti di stare insieme e al contempo vicini al proprio caro, sono presenti anche una zona bar e un ristorante. Non va poi dimenticato che Terracielo è all’avanguardia anche in termini di sostenibilità: contribuiscono al suo fabbisogno energetico 700 metri quadrati di pannelli fotovoltaici, collocati sulla copertura dell’edificio.
Sono felice di aver dato alla comunità un servizio che mancava e di cui evidentemente si avvertiva grande necessità” - continua Gibellini.-  “La Casa è a disposizione di tutti, anche di altre imprese di onoranze funebri che la utilizzano con una certa frequenza. Portare i propri cari da noi non è appannaggio di pochi, non rappresentiamo un lusso, la struttura può essere avvicinata da tutti, secondo i mezzi di ciascuno, perché è a tutti che vogliamo offrire la possibilità di sentirsi a proprio agio in un momento così difficile e delicato.
La positiva accoglienza sul territorio della casa funeraria di Modena ha portato Gianni Gibellini a ripetere l’esperienza anche nella località di Mirandola, il paese tristemente noto perché fortemente colpito dal terremoto del 2012.
È stata infatti inaugurata lo scorso anno “Terracielo Mirandola”, un complesso che replica, pur in spazi più ridotti, la formula sperimentata con successo a Modena, con scelte architettoniche, stilistiche e di arredo del tutto simili quelli dalla “sorella maggiore”. Identico è invece lo scopo della struttura: quello di offrire alle famiglie l’opportunità dare l’addio ai propri cari in un luogo discreto ed accogliente, rispettoso del defunto e del dolore dai parenti, accompagnati ed assististi in ogni momento da personale disponibile e competente.
Anche Terracielo Mirandola è diventata in brevissimo tempo un punto di riferimento per la collettività. Questo ci conferma che la strada intrapresa è quella giusta: dignità, decoro e rispetto delle persone sono i nostri valori guida sin dal primo giorno di attività. Le famiglie non mancano mai di testimoniarci il loro apprezzamento per l’accoglienza e per il nostro lavoro. E il loro ‘grazie’ per noi è tutto!
Gibellini, che come è noto ricopre anche la carica di presidente nazionale di EFI Eccellenza Funeraria Italiana, ha colto l’occasione della presenza del Senatore Stefano Vaccari, primo firmatario di un Disegno di Legge attualmente in discussione al Senato, per porre l’accento su alcune problematiche del comparto funerario.
Purtroppo in questo settore la concorrenza è spesso sleale ed esistono evasione fiscale e lavoro nero. Ringrazio il Senatore Vaccari perché si sta battendo per una nuova legge che aspettiamo da oltre trent’anni e che faccia uscire allo scoperto le illegalità agevolando inoltre i cittadini con eque detrazioni fiscali. C’è bisogno di mettere ordine: vale anche per i cimiteri in cui registriamo gestioni improvvisate ed appalti che non rispondono alle reali esigenze. Da anni ci battiamo perché, anche nel nostro Paese, venga introdotta la possibilità di realizzare cimiteri privati e crematori anche all’interno delle Case Funerarie. Ciò porrebbe fine a un regime di monopolio che ha portato, oltre che a pesanti deficit nei bilanci delle Amministrazioni comunali, anche ai gravi problemi di degrado e di mancanza di sicurezza che ogni giorno vengono denunciati. Il mercato saprebbe riconoscere la bontà dei servizi offerti da chi, senza gravare sulle tasche dei contribuenti, ha già saputo dimostrare la totale compatibilità fra innovazione e qualità.
 
Raffaella Segantin


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022