PILLA

La PILLA srl ci accompagna dal 1935, quando nasce come produttrice di fotoceramiche. Qualche anno dopo apre una fonderia a Milano ed inizia a creare articoli cimiteriali. Oggi produce oltre 5000 differenti articoli del settore, in ottone, acciaio e porcellana, ha lo stabilimento a Carrè (VI), ed è una azienda di servizi per il mercato funerario, con precise caratteristiche: infatti i prodotti Pilla si riconoscono per la particolare colorazione (Finitura Pilla) e per il design geometrico. Abbiamo voluto approfondire l'argomento chiacchierando con Manuel Pilla, il proprietario.

Voi producete articoli funerari dalle forme spiccatamente artistiche: possiamo dedurne una particolare propensione al design?
"I nostri articoli, in ottone, porcellana e acciaio, nascono da una sperimentazione di design, evidenziata dalle forme ricercate, dalla curata selezione di linee geometriche, dall'attenzione per le rifiniture.
Le linee di design geometrico e contemporaneo hanno, negli ultimi vent'anni, creato tipologie che spesso hanno fatto tendenza, vivacizzando un mercato dalla non facile visibilità. Particolare attenzione dedichiamo anche alla verniciatura, per proteggere gli articoli dall'ossidazione. Viene adottata una speciale tecnica, la Finitura Pilla.
Gli oggetti vengono lasciati nel colore naturale, dando loro tre mani di vernice: una bronzante spazzolabile per evidenziare i rilievi delle figure, e due trasparenti, una di fondo ed una lucida e protettiva ad alta temperatura. Non vengono utilizzati coloranti rossi proprio per assicurare la tenuta alle ossidazioni e la costanza nelle tonalità: gli additivi, infatti, indeboliscono le vernici. Questa decisione è avvalorata dal fatto che il bronzo di migliore qualità è giallo (vedi campane, eliche nautiche, bronzine …). Posso citare alcuni prodotti che hanno dato vita ad una vera e propria moda nel settore cimiteriale.
Nel 1981 il Combinato, ideato per la praticità di montaggio; nel 1990 il programma multimediale Script, progettato per la posa dei caratteri; nel 1993 il carattere Master, disegnato con una forma essenziale per proporre un nuovo sostituto al noto carattere Romano; nel 2000 il Minicombinato, che nasce come simbolo dell'evoluzione delle esigenze cimiteriali; nel 2001 la linea Trilogy, architettata con il primo concetto di personalizzazione".

La comunicazione con i clienti è fondamentale in tutti i settori. È così anche nel funerario? Cosa significa comunicazione per voi?
"La comunicazione con i clienti è un elemento primario della vita e dello sviluppo di questa azienda. Noi la intendiamo come interazione, scambio, collaborazione, saper ascoltare e sapersi proporre.
I clienti ci aiutano molto, da loro prende avvio la nostra ricerca e su di loro si focalizza la nostra attenzione. L'obiettivo comune è una chiara collaborazione, un saldo legame di partnership che sentiamo come la strada più sicura per crescere insieme, in vista dell'ottimizzazione, ricerca e sviluppo di nuovi servizi e prodotti per il settore cimiteriale. Ed è proprio su queste basi che è nato, di recente, un prodotto del tutto innovativo: P.SOFT".

Ci può parlare meglio di questo progetto?
"P.SOFT è un servizio multimediale per gli impresari che permette di realizzare progetti personalizzati su loculi, tombe e incisioni, di ottenere preventivi immediati, di stampare le singole proposte, di creare un proprio catalogo cartaceo. Si tratta di uno strumento di immagine studiato in oltre due anni di lavoro, che fornirà, in sostanza, anteprime personalizzate di loculi e tombe. Il prodotto è stato presentato a MARMOMAC 2001 di Verona e la versione definitiva sarà proposta a TANEXPO 2002".
 
Francesca Ricchi

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022