PASCAL MOREAUX
LA QUALITA' FRANCESE

TANEXPO. A pochi minuti dall'inizio del dibattito sulle case funerarie incontro uno dei relatori. Si chiama Pascal Moreaux. In Francia, il paese in cui è nato, è considerato una autorità nel settore funerario. Ha dalla sua una lunga esperienza e, operando da oltre un trentennio in questo campo, ha assistito alla nascita di un professionismo consapevole e competitivo.
Ma è anche grazie al suo impegno se la Francia ha messo ordine in questa materia legiferando e istituendo corsi di formazione per i futuri operatori del settore. Per lui tutto ha avuto inizio nel lontano 1968 quando, ancora giovanissimo, ha trovato il suo primo impiego in un cimitero di Parigi. "E a quei tempi" racconta "ci si vergognava a fare un lavoro del genere. Lavorare coi morti. Non lo voleva fare nessuno".
Ma per Moreaux quell'incarico è divenuto subito un impegno serio, una passione che dura sino ad oggi quando, giunto ormai all'età della pensione, in qualità di consulente mette la propria esperienza al servizio delle istituzioni. E così si illumina parlando della riforma che nel 1995 ha portato la Francia a rendere obbligatoria la formazione dei futuri operatori del settore mortuario.
Si tratta di corsi rigorosi. Oltre trecento iscritti ogni anno, tutti diplomati. Centotrenta ore di lezione; diritto, normative economiche, ma anche psicologia, storia delle tradizioni funerarie, per imparare a comunicare con culture e confessioni religiose differenti. La preparazione dei candidati viene poi completata dall'esperienza sul campo e alla formazione teorica viene affiancato un apprendistato da svolgere all'interno di una istituzione cimiteriale.

Per gli iscritti l'impegno deve risultare gravoso se in media ogni anno solo quaranta allievi conseguono l'attestato che consente di divenire responsabili di una agenzia di pompe funebri o che autorizza a trovare lavoro in un cimitero. Una selezione severa che però Moreaux giustifica: "La filosofia di questi corsi" mi spiega "è di formare una figura professionale completa. Un coordinatore che sia competente tanto nel settore pubblico quanto in quello privato. È necessario che questo professionista sia in grado di fare fronte alle necessità più diverse.
E oggi, in una società multiculturale, un collega deve conoscere cose che trenta anni fa, quando io ho cominciato, ignoravo. Dunque non si tratta più di prendere una licenza, serve un titolo di Stato per potere accedere a ruoli di responsabilità
".
Ma anche per altre professionalità di questo settore sono previsti controlli a partire proprio dalla formazione e Moreaux racconta che "per gli altri ruoli professionali la licenza si ottiene a conclusione di un corso e dopo aver sostenuto un esame. Certo in questo caso chi è interessato ad ottenere un simile attestato si può rivolgere a una scuola privata oppure alla federazione del settore. Ma anche qui la filosofia è la stessa: controllo. Esiste una commissione nazionale che è chiamata a vagliare l'idoneità di questi nuovi professionisti e sarà lo Stato, nella persona del Prefetto, e non il Comune per mezzo del suo Sindaco, a revocare le licenze".
Regole è una parola che Moreaux ripete spesso, ma gli chiedo se non è pericoloso in un mercato libero accentrare così tanto potere in mano allo Stato. Lui pare convinto del contrario: "Il controllo è il modo migliore per riuscire a garantire sin dall'inizio una migliore qualità e fino ad ora ne hanno tratto vantaggio proprio quanti offrivano un servizio di qualità. E poi non bisogna dimenticare che questo non è solo un lavoro, una professione, ma è anche un servizio che mettiamo a disposizione dei cittadini e perciò bisogna essere più che mai attenti".
Il signor Moreaux mi ha appena salutato quando ritorna sui suoi passi; controlla sul mio taccuino alcuni dati e mi chiede di rettificare un nome. "
Sa, per precisione" mi dice.
Me non c'è da stupirsi, prende le cose sul serio Pascal Moreaux.
 
Alessandra Mascia

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022