A Charlotte, dall'8 al 10 ottobre

NFDA Convention & Expo 2012 (2)

Visitare l’esposizione americana mette subito in luce la diversa mentalità con cui il funeral director concepisce il proprio lavoro. La professionalità è sicuramente alla base di tutto, anche perché per esercitare l’attività di impresario funebre nella maggior parte degli stati americani è obbligatorio un corso di studi specifico, a livello superiore, della durata di almeno un anno. Ma non solo: la formazione e l’aggiornamento sono esigenze quanto mai sentite visto il numero degli espositori che offrivano servizi in tal senso e vista la ragguardevole affluenza dei partecipanti ai convegni e ai numerosi workshop che iniziavano anche alle 7.30 del mattino! Le proposte espositive hanno dimostrato che l’impresario americano non esercita semplicemente un mestiere, ma è imprenditore a tutto campo e non manca di rivolgersi a consulenti ad hoc per progettare e per gestire al meglio la propria casa funeraria, attento anche alle strategie di marketing e alla cura della propria immagine.
Anche il tema della morte, specifico di questo appuntamento, viene affrontato con una diversa sensibilità. C’è un’attenzione particolare al trattamento della salma (moltissimi gli stand di prodotti igienico-sanitari, di articoli per il make-up e di abiti per i defunti) e alla cura del ricordo, con i tanti album della memoria molto popolari nella cultura d’oltreoceano. È sempre presente il concetto che non tutto finisce con la morte, ma che ci si trasforma in un qualcos’altro e che la scomparsa della persona cara può in qualche modo essere utile al pianeta. Ecco allora Birdhouse Memorial Urns, che propone urne in legno per la dispersione delle ceneri che, una volta assolto il loro compito primario, possono essere utilizzate come casette per gli uccelli, o Eterni Trees, che si propone di trasformare il dolore in pace interiore attraverso il rinnovamento della natura grazie a urne biologiche contenenti semi e che una volta interrate daranno vita a nuovi alberi.
Altro settore molto trattato, e che invece da noi è sicuramente piuttosto marginale, è quello relativo alla morte degli animali da compagnia. Cassettine e urne di tutte le fogge, con applicate foto, simpatiche impronte e frasi toccanti a testimonianza di un amore e di un dolore autentico, erano presenti in moltissimi stand: praticamente tutti i produttori di cofani e di urne hanno una linea dedicata agli animali e la maggior parte degli impresari funebri offre alla clientela anche questo tipo di servizio, sicuramente utile e richiesto.
A livello generale, come merceologie espositive, la più rappresentata è stata quella delle urne a conferma della grande popolarità della pratica della cremazione. A seguire i cofani funebri, oltre che in metallo e in legno, anche nei materiali più strani (vimini, cartone, addirittura lana!). Nello stand di Batesville abbiamo incontrato il responsabile internazionale, Terry Walker, che si è dichiarato entusiasta della loro partecipazione a Tanexpo nel marzo scorso, confermando la presenza per la prossima edizione 2014.
Dal punto di vista organizzativo è stato tutto perfetto: una macchina collaudata e ben oliata che ha previsto ogni singolo dettaglio, pronta a non lasciare inevasa qualsiasi tipo di richiesta e a far fronte con professionalità a qualsivoglia imprevisto. Debbie Andres, la responsabile delle relazioni internazionali, ha sempre dimostrato la massima disponibilità assicurandosi personalmente che tutto fosse a posto: piccoli gesti che conferiscono tranquillità all’espositore che si sente tutelato e ben assistito.
Non è mancato il programma sociale con due serate conviviali nelle quali consolidare relazioni o intraprendere nuovi contatti in un clima di serenità e di allegria. La prima, offerta da Batesville, si è svolta alla Nascar Hall of Fame, il museo interattivo che celebra la storia ed i personaggi che hanno reso famoso l’omonimo circuito automobilistico della zona. La seconda serata è stata invece riservata alle delegazioni straniere: una simpatica cena all’hotel Hilton in compagnia di colleghi e amici provenienti dai quattro angoli del pianeta!
Una bella esperienza quella della partecipazione alla NFDA, un importante momento di confronto e di aggiornamento, una grande occasione per rinsaldare rapporti di lavoro e di amicizia e per sviluppare nuove sinergie.
Il prossimo appuntamento è fissato a Mosca, dove Tanexpo e il Consorzio Tanexport saranno portabandiera della funeraria italiana di qualità alla fiera Necropolis, in programma dal 23 al 25 ottobre.
 
Raffaella Segantin


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022