La Sala del Commiato della San Siro

Luogo per l'omaggio e per la celebrazione della memoria

Tutto è ormai pronto per l'imminente inaugurazione ufficiale. Non poteva che essere Alcide Cerato, da sempre precursore di ogni nuova tendenza e di ogni innovazione in campo funerario,
a realizzare, primo in Italia, una Sala del Commiato concepita secondo i più moderni standard internazionali, ma basata su un gusto tipicamente italiano e su valori e sentimenti che appartengono tradizionalmente al nostro patrimonio culturale.
Abbiamo visitato ed ammirato in anteprima quella che certamente rappresenterà un vanto per la città di Milano in termini di eccellenza nei servizi resi al cittadino e senza voler svelare, prima che a giorni sia presentata e resa definitivamente operativa, contenuti ed immagini di una struttura decisamente all'avanguardia, vi proponiamo le riflessioni in base alle quali Alcide Cerato, con grande impegno di risorse umane ed economiche, ha inteso intraprendere una iniziativa che ancora una volta segnerà in maniera indelebile il futuro del comparto funerario italiano.
"Tutti conosciamo le condizioni in cui, nelle medie e grandi città del nostro Paese, vengono svolte fasi fondamentali della cerimonia funebre quali l'ossequio ed il commiato. Le camere mortuarie degli ospedali, delle case di cura, delle case di riposo per anziani, pubbliche o private, - dove si svolgono tutti gli adempimenti e da dove partono oltre il settanta per cento dei servizi funebri - hanno totalmente smarrito la fondamentale dimensione di luoghi votati ad accogliere familiari, parenti e amici del defunto per un ultimo saluto e per un omaggio prima del funerale. Nello stesso locale sono depositate numerose salme, senza la minima possibilità di una riservatezza assolutamente necessaria in momenti pieni di sentimenti, di ricordi, di affetti permeati di una religiosità umana prima ancora che liturgica.
La nostra Sala del Commiato vuole essere lo strumento per riappropriarsi dei tempi del dolore come momenti propri del vivere, il luogo in cui, recuperando quella dimensione di umanità fondamentale ed indispensabile, si possano facilitare le condizioni per rendere alla salma tutte le espressioni di ossequio desiderate dai dolenti ed un commiato degno. Gli uomini del nostro tempo, che sovente hanno perso i legami con la propria tradizione, esprimono tuttavia la tendenza a commemorare i propri morti in modo più personale, parlando di chi non è più, ricordando la sua vita, i suoi affetti, le sue preferenze. Si tratta di celebrare una memoria che ha il suo luogo di elezione nella mente e nel cuore di chi rimane, e che sovente è indipendente dalla scelta del posto ‘fisico' del ricordo, la chiesa, la tomba, il cimitero.
La nostra Sala del Commiato vuole essere il sito dove svolgere un Rito, religioso o laico, costruito su elementi (musica, poesia e letteratura, discorsi funebri e semplici pensieri, aneddoti, nuovi gesti e oggetti investiti di valore simbolico) volti a ricordare adeguatamente la vita e la personalità di un defunto".
 
Carmelo Pezzino


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022