AMBURGO: CIMITERO OHLSDORF

Lunghe passeggiate nel verde

Il progetto di un cimitero municipale centralizzato per sostituire i piccoli lotti secolari accanto alle chiese si sviluppò verso la metà del XIX secolo e tenne nella debita considerazione il prevedibile incremento demografico e la richiesta di tombe individuali, nonché la numerazione delle tombe e la documentazione delle inumazioni.

Il Cimitero Ohlsdorf fu istituito nel 1877 come luogo di sepoltura aconfessionale e aperto a tutte le religioni e, a quel tempo, era piuttosto lontano dalla città. Oggi i suoi 4 milioni di metri quadri sono completamente circondati da aree costruite. Una rete stradale di 17 chilometri dà accesso al cimitero, che dispone di quattro ingressi per le auto e di due linee speciali di autobus.

Da quando entrò in funzione, vi si sono svolti circa un milione e mezzo di funerali e ospita oggi 280.000 tombe. Ad Amburgo, il 40% circa di tutte le inumazioni ha luogo qui; nel 2002 ci sono state 1600 sepolture a terra e 4300 sepolture in urna; 230 giardinieri si occupano delle tombe e di tutti i servizi.

Due diverse tendenze "paesaggistiche" hanno contribuito al suo aspetto attuale. Il primo architetto fu Wilhelm Cordes (1840-1917), famoso in patria e all'estero, che lavorò 38 anni per dare vita a un "cimitero giardino", creando un precedente molto imitato poi in tutta la Germania. Questa prima sezione mostra tuttora una armoniosa interazione tra architettura, scultura e paesaggio. Grandi lotti tombali circondati da fitti boschetti, una serie di alberi diversi riuniti a formare una foresta e la presenza di rododendri caratterizzano le aree più antiche del cimitero.

Il cimitero fu ampliato dopo la Grande Guerra, su progetto di Otto Linne (1869-1937), il primo progettista di giardini di Amburgo, il cui stile rispettava le caratteristiche del movimento per la riforma dei cimiteri e quelle della nuova arte paesaggistica dell'epoca. I suoi principi concettuali di base si tradussero così in tracciati chiaramente disegnati e in lotti tombali visti come elementi di base, moduli ripetibili che diventano file e poi cimiteri veri e propri, separati da vialetti delimitati da cespugli.

I due settori del cimitero invitano a lunghe passeggiate in mezzo ad ambienti diversi e con diverse attrattive stagionali, soprattutto nell'Althamburgische Gedächtnisfriedhof (antico cimitero storico), nel Rosengarten (roseto) e, più di recente, nel Garten der Frauen (giardino delle donne). Vi sono anche diversi monumenti in memoria dei caduti in guerra e delle vittime della tirannia e dell'oppressione, nonché tombe di personaggi celebri. Innumerevoli sono i visitatori in tutti i periodi dell'anno, soprattutto a cavallo tra maggio e giugno, quando i rododendri sono in piena fioritura.

Nel complesso, il cimitero di Ohlsdorf, grazie al notevole patrimonio di monumenti funerari, è un vero capolavoro in cui l'arte della scultura si manifesta in molti modi. È documentato l'intervento di quasi 330 architetti e scultori; quindi tali espressioni di rimembranza del passato spesso raggiungono il livello di vere e proprie opere d'arte. Il cimitero è perciò un museo all'aperto veramente speciale: questo particolarissimo parco di sculture, con oltre 800 statue e bassorilievi, ben documenta la storia dei monumenti funebri nel XIX e XX secolo. Nell'ambito di un progetto di ricerca mirato circa 6000 monumenti funebri sono stati identificati come meritevoli di restauro.

A partire dal 1996, un piccolo edificio storico ospita un museo dove si tengono mostre temporanee di arte funeraria, gestito dagli Förderkreis Ohlsdorfer Friedhof e.V., associazione di volontari per la valorizzazione del cimitero di Ohlsdorf, che organizza visite guidate e conferenze. Anche gli archivi e la biblioteca dell'associazione sono aperti al pubblico. Il cimitero è gestito con moderni metodi manageriali.

 
Helmut Schoenfeld

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022