DOVE LA LUCE È MAGIA

Lione, la città tra due fiumi, ha ospitato Funexpo

La collina della luce": questo era il significato di Lugdunum, il primo nome di Lione, così battezzata dai Romani nel primo secolo avanti Cristo. Come allora, anche oggi l'acqua e i suoi riflessi fanno parte dello charme del paesaggio lionnese. I fiumi Rodano e Saona abbracciano flessuosi il centro storico, dichiarato dall'Unesco patrimonio culturale dell'umanità, e le loro acque riflettono le luci e i toni ocra dei palazzi rinascimentali, rendendo magica l'atmosfera della città in qualsiasi momento della giornata.

Questa suggestiva Lione per la quinta volta ha ospitato, dal 17 al 19 novembre 2000, FUNEXPO, il salone internazionale delle arti, delle tecniche e degli arredi funerari.
La manifestazione, che esiste già da quindici anni grazie all'iniziativa della FFPF, la Federazione Francese di Pompe Funebri, ha goduto quest'anno del patrocinio del Ministero della Sanità e del Ministero degli Affari Economici Europei.
Il salone ha riunito circa 200 espositori, per lo più francesi.
La presenza di produttori italiani è stata comunque consistente e molte aziende prestigiose hanno esposto articoli italiani di alta qualità, primi fra tutti gli espositori di STANDITALIA che, come di consueto, è stato organizzato dal consorzio TANEXPORT: PAVONI STEP AUTOMAZIONI, PILATO, TIPIERRE E TANEXPO 2002. Tra le altre aziende italiane presenti con un proprio stand ricordiamo CURATI, D.K.S., EUROPAG, FRACARO, GIACCAI LUIGI. Inoltre, accolti negli stand dei distributori francesi, erano esposti prodotti di ACHILLI, C.A.F., COFEMA, CURTI, G.F.M., GHINES, ROTASTYLE, SPENCER, STRADIOTTO, TIZETA.

Curiosando fra gli stand siamo stati colpiti da alcuni prodotti di grande attualità, come ad esempio il forno crematorio rotante della KALFRISA (Spagna) adatto alla cremazione di residui di materiale a rischio di bovini affetti da encefalopatia spongiforme, e cioè della ormai famosa "mucca pazza".


Questo forno esiste già da 5 anni, ma è ora estremamente attuale, soprattutto a seguito della decisione della Commissione Europea del 29 giugno 2000 che impone che il materiale specifico a rischio venga distrutto o cremato.

C'è chi poi ha pensato di migliorare i servizi per sostenere ed aiutare chi subisce un lutto, creando un numero verde che risponde gratuitamente a tutte le richieste di aiuto, morale o materiale. "SOS DÉCÈS", questo il nome dell'iniziativa francese, coordina un gruppo di esperti, dalle pompe funebri ai marmisti, dagli psicologi ai giuristi, per non lasciare nessuna domanda senza risposta.

Per noi italiani, poi, è estremamente attuale il concetto di casa funeraria, soprattutto in vista del progetto, assolutamente innovativo per il nostro paese, che verrà realizzato a TANEXPO 2002, come anticipato sulla nuova brochure della manifestazione che era in distribuzione presso STANDITALIA.
Abbiamo quindi trovato interessante lo stand di ARCHIMAT, una società francese che mette a disposizione una équipe di professionisti, architetti, grafici e specialisti di pratiche amministrative, per la realizzazione chiavi in mano di case funerarie in Francia. All'interno dello stand erano in mostra un paio di piccoli e curiosi plastici che illustravano bene sia la struttura esterna, sia la suddivisione degli ambienti.

Questi sono solo alcuni degli spunti interessanti che abbiamo trovato a FUNEXPO e ciò dimostra come sia importante visitare le fiere: sono un crogiolo di novità, iniziative, idee, dove ognuno di noi può trovare stimoli diversi per la propria attività, suggerimenti, ispirazioni. Il consorzio TANEXPORT ne è convinto e ha già scelto le fiere internazionali presso cui organizzerà STANDITALIA.
 
Gabriella Ruffini

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022