TANEXPO 2012

LAVORARE PER IL BENE COMUNE

È ormai consuetudine che la fine dell’anno diventi occasione di incontrare Nino Leanza, presidente di Tanexpo, per raccoglierne il punto di vista sullo stato dell’arte del comparto funerario e cimiteriale italiano ed internazionale e per tentare di “estorcergli” qualche indiscrezione sulle nuove idee e sui nuovi progetti che intenderà portare avanti in futuro.
“In un contesto in cui l’economia globale risente di una crisi internazionale generalizzata, anche il nostro settore ne ha in qualche modo sofferto le inevitabili conseguenze. Ma complessivamente ha tenuto bene, anche in considerazione del fatto che si tratta comunque di un mercato anelastico nel quale i numeri confermano costantemente le previsioni statistiche. Certo, è stato inevitabile confrontarsi con una minore propensione alla spesa, con richieste di dilazioni sui pagamenti e con maggiori difficoltà a rientrare in tempi ragionevoli dei propri investimenti: tutto questo può aver creato qualche disagio alle aziende, ma è necessario guardare con fiducia al futuro. Lo affermo a ragion veduta. Poter dichiarare già oggi che Tanexpo, reduce dalla brillante edizione del 2010, manterrà inalterati, la prossima primavera, i propri numeri in termini di espositori e di metri quadri occupati è motivo di grande soddisfazione e mi rende particolarmente ottimista sulla possibilità di raggiungere nuovi record offrendo a tutti i partecipanti interessantissime opportunità per sviluppare il proprio business. È un risultato, il nostro, costruito negli anni con impegno, con intuizioni, con investimenti anche importanti in termini di risorse umane ed economiche. Ma alla base di tutto vi è la costante fiducia che il comparto produttivo italiano ed internazionale ha sempre riservato alla manifestazione consentendole di attestarsi ai vertici fra le rassegne specializzate a livello mondiale. Tanexpo si consolida come fulcro dell’intero sistema funerario e cimiteriale italiano, aggregando intorno a sé tutte le principali espressioni del comparto; ad esse offre stimoli ed occasioni di dialogo e di confronto, strumenti ed opportunità di comunicazione, risorse operative in grado di favorirne la crescita e l’affermazione, ricevendo un fondamentale riconoscimento istituzionale ed un prezioso contributo di idee su contenuti scientifici che, abbinati ad una vetrina commerciale di altissimo livello qualitativo, sono gli elementi cardine di un successo indiscutibile”.
La dimensione di Tanexpo è sempre più orientata ad un respiro internazionale, con l’obiettivo di consolidare il proprio ruolo di punto di riferimento per tutti gli operatori.
“A Bologna avremo il meglio della produzione italiana, con eccellenti nicchie di prodotto proveniente anche da altri Paesi e con nuove prestigiose partecipazioni, una fra tutte il colosso americano Batesville per la prima volta presente ad una manifestazione europea, finalizzate a gettare le basi per ulteriori accordi commerciali e industriali con il nostro sistema produttivo. L’ampia offerta internazionale è frutto della nostra partecipazione a tutte le più importanti manifestazioni specializzate in tutti i continenti per promuovere, unitamente alla rassegna, anche il prodotto italiano di qualità. A ogni latitudine abbiamo riscontrato un enorme interesse per il “sistema Italia” e abbiamo sviluppato contatti che faranno arrivare delegazioni di buyer provenienti da più di cinquanta nazioni. Sugli espositori stranieri abbiamo ritenuto di dover operare una selezione: la produzione italiana è in assoluto la più qualificata per innovazione, design, tecnica realizzativa, materiali impiegati. Utilissimo ci pare il confronto con chi, negli altri continenti, basa la propria attività sugli stessi principi in una logica di competizione che punta alla qualità assoluta. Continuiamo a guardare con estrema attenzione ai mercati dei Paesi emergenti, ma riteniamo svilente, anche se per noi avrebbe significato vendere molti metri quadrati in più, dare spazio ad una produzione proveniente da aree geografiche il cui sistema industriale nuoce gravemente allo sviluppo delle nostre aziende. Il prodotto italiano di qualità è universalmente riconosciuto ed apprezzato. Partendo da questa considerazione, stiamo lavorando al progetto “Tanexpo in the world” che porterà, nei prossimi anni, un gruppo di imprese italiane selezionate a confrontarsi con aree geografiche particolarmente interessanti per favorire, attraverso le esportazioni, un reale processo di crescita e di sviluppo economico del nostro comparto produttivo. E ci apprestiamo a definire i contenuti dell’evento legato all’Expo 2015 che vedrà presenti al nostro fianco le più autorevoli organizzazioni internazionali. Siamo considerati, così come il Consorzio Tanexport al quale aderiscono realtà di primissimo ordine del made in Italy, ambasciatori del prodotto italiano di qualità; e siamo particolarmente orgogliosi di questa qualifica, considerando che uno dei nostri principali obiettivi è proprio quello di lavorare per il bene comune”.
Intento ammirevole, ma di non facile realizzazione: spesso sembra prevalere una tendenza alla confusione.
“Occorre guardare alla parte sana del comparto, senza lasciarsi condizionare da chi, per protagonismo o per perseguire interessi personali, va in direzione opposta a quella che conduce realmente allo sviluppo e alla modernizzazione. Il nostro sistema merita di essere omologato a quelli delle nazioni più avanzate e di essere considerato con maggiore attenzione dalle istituzioni nazionali e locali anche perché vive da anni una fase di evoluzione che si concretizza in una maggiore consapevolezza da parte degli operatori del fondamentale ruolo sociale svolto, nella richiesta di nuove opportunità e di migliori strumenti di aggiornamento e di formazione professionale, nella esigenza sempre più sentita di rispondere adeguatamente alle esigenze della collettività. Una giusta regolamentazione dell’attività funebre è indispensabile per opporsi ai fenomeni di malcostume che ancora esistono e che, unitamente alle baruffe commerciali, penalizzano per colpa di pochi una categoria ricca di professionisti preparati, qualificati e dal forte senso etico che rappresentano per davvero l’eccellenza funeraria italiana. E occorre non aver timori nel dare ai cittadini una informazione ampia, corretta ed esauriente. A tale proposito vorremmo, in concomitanza con Tanexpo 2012 e in una location suggestiva ed affascinante, proporre un evento rivolto all’opinione pubblica, e non solo agli operatori del settore, che funga da collettore fra la manifestazione e la città per consentire ai fruitori di approfondire, con diversi linguaggi e sotto molteplici punti di vista, tematiche attinenti all’evento morte. Il progetto si dovrebbe articolare attraverso tre aree (informazione, discussione e show) che in diversi momenti si intersecano, anche simbolicamente, fra di loro per dare senso compiuto ad un percorso attraverso il quale il visitatore potrà arricchire il proprio bagaglio di conoscenze entrando in contatto con le più autorevoli espressioni del comparto e interagendo con esse”.
 
Carmelo Pezzino


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022