TANEXPO 2012

inventare nuove forme e nuovi colori

Presentato il 15 febbraio 2011 nella suggestiva cornice di San Carpofaro a Milano, il progetto congiunto fra Tanexpo 2012 e l’Accademia di Belle Arti di Brera inizia a trovare concretezza in vista dell’appuntamento della prossima primavera.
Coordinata dal Professor Andrea Del Guercio, direttore del Dipartimento di Arte e Antropologia del Sacro, l’iniziativa è aperta a tutti gli studenti dell’Accademia, senza vincoli di corso. Già nel 2010 la prestigiosa istituzione culturale era stata apprezzata protagonista della rassegna bolognese proponendo un percorso iconografico che si è caratterizzato come processo esperienziale, in relazione fisica e psichica con i materiali, e come confronto culturale ed esistenziale con l’azione estetica contemporanea.
Ancora una volta Brera intende porsi in modo innovativo e non convenzionale, compiendo un ulteriore passo in avanti per uscire dal solco della tradizione monocromatica dei “non luoghi”.
Due i temi sui quali si articolerà la ricerca: un nuovo uso del colore nei luoghi di sepoltura e la rivisitazione di alcuni oggetti simbolo dell’attività funeraria e cimiteriale.
Il colore, sia esso legato o meno alla forma, può e deve avere una propria sacralità. Per consuetudine i cimiteri italiani sono caratterizzati da un costante utilizzo dei toni del grigio e del bianco: oggi pare opportuno connotare questi spazi con nuove prospettive cromatiche che li valorizzino anche emotivamente senza risultare invadenti, prepotenti, chiassose o addirittura oltraggiose.
Già alcune Amministrazioni hanno avanzato la propria candidatura perché i propri cimiteri siano oggetto della riflessione di Brera; ma altre se ne potranno aggiungere sulla spinta di una moderna consapevolezza sociale legata a mutamenti di regole tradizionali e di convenzioni che si possono esprimere anche attraverso nuove interpretazioni artistiche.
Altro filone di indagine per gli studenti dell’Accademia sarà quello di reinterpretare, attraverso nuove forme e, soprattutto, attraverso un diverso utilizzo del colore, alcuni prodotti che caratterizzano specificatamente l’universo funerario e cimiteriale: cofani funebri, auto funebri, arredi tombali, divise degli operatori. Grazie alla disponibilità di aziende produttrici leader in Italia, terminata la fase di studio e di progettazione seguiremo da vicino le tappe di avvicinamento a Tanexpo 2012 in cui queste nuove interpretazioni degli “oggetti simbolo” troveranno dinamica concretezza.

Un’ultima annotazione, infine, sulla manifestazione del prossimo marzo: il Comitato Tecnico di Indirizzo, riunitosi a Bologna il 25 maggio, ha definito alcuni dettagli organizzativi ed ha sviluppato ipotesi di lavoro utili a meglio promuovere la rassegna incentivando la partecipazione di operatori italiani ed internazionali. Vi aggiorneremo in futuro su questi progetti ricordando che è ormai prossima la scadenza del 31 luglio, data utile ai produttori per pianificare la propria partecipazione a Tanexpo 2012 usufruendo di condizioni economiche particolarmente vantaggiose.
 
Gaia Lucrezia Zaffarano


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022