Insieme per determinare armonia nel comparto funerario italiano

Non sarà certamente una svolta epocale o la panacea di tutti i mali, ma si avverte nell'aria che l'accordo concluso in questi giorni fra Feniof e Conference Service possa davvero rappresentare una solida base sulla quale costruire un futuro armonico. Comprensibile quindi la soddisfazione dei protagonisti della vicenda, Renato Miazzolo e Nino Leanza, gratificati anche dall'incoraggiamento dell'intero comparto produttivo e dal sostegno di Federcofit che ha sempre visto nel dialogo e nel confronto con Feniof una formidabile occasione per trasmettere un forte segnale di coesione e di rappresentatività dell'intera categoria.

Un primo significativo risultato potrà essere colto già in occasione di Tanexpo 2006: entrambe le Federazioni saranno presenti alla rassegna e, proprio in occasione di Tanexpo, Federcofit e Feniof dovrebbero presentare un documento congiunto su possibili obiettivi condivisi da far sottoscrivere anche alle altre espressioni del sistema funerario italiano.

Abbiamo chiesto ai due Presidenti, Piero Maurizio Zaffarano e Renato Miazzolo, ed a Nino Leanza una breve testimonianza.

"Già da tempo, e in numerose occasioni, abbiamo invitato la Feniof ad un dialogo costruttivo utile a presentare, in diversi contesti, una posizione congiunta. In particolare nei diversi tavoli di lavoro regionali dei quali entrambe le Federazioni sono parte attiva e determinante", afferma Zaffarano. "Su alcuni punti esistono fra Federcofit e Feniof interpretazioni e punti di vista che non sempre coincidono. Ma l'obiettivo di fondo è certamente comune: il riconoscimento e la qualificazione dell'attività funebre in chiave moderna, secondo principi innovativi che rappresentino la qualità delle nostre imprese esaltandone le capacità professionali ed il fondamentale ruolo sociale svolto".

Gli fa eco Renato Miazzolo, Presidente di Feniof.

"Il settore funebre privato italiano si presenta, oggi più di ieri, in una forma eterogenea e complessa che rende necessari un preciso inquadramento giuridico settoriale e una concreta e concorde politica associativa utile a perseguire, omogeneamente, un miglioramento complessivo dei servizi resi, improntandoli a principi di qualità, di professionalità, di trasparenza. Feniof intende proporre, dibattere ed accogliere idee per condurre il nostro settore ad una ritrovata unità di tutti i suoi variegati componenti e per gettare così insieme le basi di un sistema di livello obbligatoriamente europeo. Nel promuovere un dialogo con i vari esponenti del nostro mondo imprenditoriale ed associazionistico abbiamo individuato la necessità di politiche settoriali unitarie improntate a principi di identificazione professionale, qualità e trasparenza, nel concreto riconoscimento della definizione e della consistenza proprie dell'attività funebre. Inoltre pensiamo che realizzare una unica e primaria fiera di settore, capace di riunire l'intero comparto economico, possa rappresentare un momento di massima espressione e di visibilità dell'imprenditoria privata italiana a livello nazionale ed europeo. Si apre quindi una nuova stagione, pur continuando a percorrere una vecchia strada: la salvaguardia ed il riconoscimento delle nostre imprese e della nostra imprenditoria, nel rispetto dei ruoli e dei compiti di ciascuno".

L'ultima battuta è di Nino Leanza, patron di Tanexpo 2006.

"Riprendere un percorso comune con Feniof, interrottosi bruscamente qualche tempo or sono, è per me motivo di grande orgoglio e di grandissima soddisfazione. Il mio impegno professionale al servizio del comparto funerario e cimiteriale italiano è datato ormai da tanti anni, molti dei quali trascorsi al fianco di una Istituzione davvero storica. Poi, quando le nostre strade si sono divise, non si è certamente spento il sentimento che mi legava a tutti gli Operatori che costituiscono il tessuto connettivo della Federazione con i quali ho condiviso un pezzo della mia vita instaurando un rapporto che non mi pare esagerato definire di vera amicizia. Mi restava però l'amarezza di veder cadere nel vuoto ogni tentativo di dialogo con la Feniof per ritrovare l'armonia di un tempo ed una base comune per tornare a lavorare insieme. Ma una delle prerogative del mio carattere è l'ostinazione nel perseguire gli obiettivi a cui tengo davvero. Ostinazione premiata da un accordo che ci ha permesso di gettare le basi per una collaborazione che non potrà che portare del bene a tutti. Al comparto produttivo italiano, non più soggetto alla dispendiosa suggestione di veder raddoppiate, nel nostro Paese, le manifestazioni espositive specializzate. Al mondo delle Onoranze Funebri al servizio del quale, così come avviene da tempo grazie al proficuo e produttivo rapporto con Federcofit, opereremo con capacità, con competenza e con coerenza. All'intero sistema funerario e cimiteriale che vive un processo di crescita e di sviluppo e che avrà grande giovamento da una raggiunta armonia utile per mettere a fuoco obiettivi veri ed importanti".

 
Carmelo Pezzino

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022