IDEA S.n.c

Idea è una azienda di Treviso orgogliosa di essere stata fra i primi ad occuparsi concretamente di sviluppare programmi idonei a rendere meno gravoso il lavoro di quanti, nel funerario e cimiteriale, hanno mansioni che richiedono grande fatica.
Ne abbiamo parlato con uno dei dirigenti, Rino Gaggion, che ci ha illustrato l'attività dell'azienda.

Come nasce l'idea di automatizzare il lavoro manuale? "Dall'esperienza. Opero da più di venti anni nel settore, ho trasportato migliaia di cofani e mi sono reso conto in prima persona della totale carenza di attrezzature: tutto questo mi ha spinto a cercare di realizzare qualcosa in grado di alleviare il difficile lavoro degli impresari. Il primo obiettivo è stato il trasporto del feretro sulle scale, ed è stata la prima grossa soddisfazione. Infatti, dopo aver realizzato i primi prototipi, ho dovuto affrontare la diffidenza degli operatori che temevano un giudizio pesante da parte dei familiari del defunto. Ed io personalmente ho portato giù dalle scale di palazzi molti defunti, e la reazione dei familiari è stata a dir poco meravigliosa: tutti si complimentavano con l'impresario per l'eccellente servizio".

Ci parli un po' della vostra azienda.
"L'azienda, grazie al tipo di carrello costruito, è cresciuta in maniera esponenziale: infatti, nel giro di alcuni anni, ha triplicato il fatturato. Naturalmente ha contribuito molto il post vendita: il primo obiettivo era ed è quello di mantenere il cliente. Puntualmente ritorniamo dopo un certo periodo e se si fosse manifestato qualche problema interveniamo subito per risolverlo".

Come è composta l'azienda?
"Crescere in fatturato vuol dire anche impegnare maggiori risorse umane. Attualmente, oltre al sottoscritto, in azienda operano Emanuela Paro, amministratore delegato, Monica Caliman, per le relazioni esterne, Giancarlo Bonafè, responsabile commerciale, due impiegate amministrative e quattro tecnici, tutti estremamente preparati sotto il profilo professionale".

Il carrello Help 250 è stato il vostro primo prodotto di punta. Costruite qualche altra attrezzatura?
"Sì, abbiamo già realizzato dei nuovi prodotti. Si tratta di carrelli concepiti con criteri di assoluta sicurezza, alimentati esclusivamente con batterie, ed in grado di trasportare, con un modello, le bare e, con un altro modello, i rifiuti cimiteriali. Abbiamo anche creato una speciale macchina in grado di alzare le lapidi di marmo con pesi fino a cinque quintali".

Avete nuovi progetti?
"Sì, stiamo preparando due nuovi prodotti sui quali crediamo fermamente, ma, come è facilmente comprensibile, preferiamo ancora mantenere un certo riserbo".

Qual è il vostro mercato?
"Distribuiamo su tutto il territorio nazionale, in Svizzera, in Portogallo, in Slovenia, in Grecia. Non siamo stati noi a cercare il mercato estero: siamo stati contattati proprio grazie all'affidabilità che hanno trovato in noi, e che non è facile riscontrare spesso".

Quali sono le vostre strategie di promozione?
"Il contatto personale: andiamo sempre a presentare personalmente i nostri prodotti e la nostra immagine, ad offrire esperienza ed affidabilità. Facciamo prove dimostrative, illustriamo tutte le modalità di utilizzo del prodotto, concludiamo la vendita solo quando il cliente è davvero convinto di avere effettiva esigenza di quanto gli proponiamo per ottimizzare il suo lavoro".

Cosa pensate della concorrenza?
"Abbiamo ormai consolidato una quota di mercato superiore al 30%. E' naturale che chi propone per primo una idea brillante stimoli competitività e tentativi di imitazione. Ma siamo tranquilli: il nostro prodotto è garantito dalla qualità, dall'innovazione, dalla ricerca, dall'assistenza post vendita. Ben venga la concorrenza se si mantiene nei binari della correttezza e stimola la creatività".

Abbiamo scoperto che Idea è un esempio felice di imprenditoria al femminile. Emanuela Paro non ha avuto timore di investire in un settore, storicamente appannaggio dell'universo maschile, all'interno del quale, però, si muove con perizia ed abilità.
Forse anche per questo motivo lo stand di Idea a Tanexpo 2002 era connotato da un ambiente particolarmente allegro e colorato, a dimostrare una volta di più che una grande professionalità si manifesta anche con un sorriso, utile a creare condizioni di grande serenità, soprattutto in un ambito nel quale questa caratteristica costituisce un fondamentale valore aggiunto.
 
Francesca Ricchi

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022