Una terra antica da alla luce un nuovo salone...

HELLENIC FUNER

Nel numero 7 di Oltre Magazine avevamo annunciato l'imminente esposizione funeraria greca Hellenic Funer, dandovi informazioni tecniche e notizie sul paese ospite. È con molta curiosità, infatti, che il mondo produttivo italiano si è avvicinato alla Grecia che, per la prima volta quest'anno, ha sfidato il settore funerario e cimiteriale. Dobbiamo ammettere che per essere dei "novellini" del settore, gli organizzatori hanno fatto un buon lavoro.
Da più di un anno, infatti, Hellenic Funer è presente nelle maggiori fiere internazionali e sui cataloghi delle manifestazioni; ciò ha permesso di farsi conoscere oltre i confini nazionali e di raggiungere un discreto numero di espositori (greci, ma anche italiani, olandesi, spagnoli, albanesi e francesi), nonché visitatori provenienti da tutta Europa e principalmente da Ungheria, Albania, Bulgaria e Ucraina. Per non parlare dei visitatori greci: delle 1.400 agenzie funebri, più di 1.100 hanno visitato la fiera.

La curiosità nei confronti di un nuovo mercato, mista a un po' di diffidenza, è lecita, soprattutto quando a lanciare la sfida è un paese come la Grecia, che sta faticando forse più di altri a raggiungere i parametri determinati dalla Commissione Europea. Anche la diversa cultura religiosa rende circospetti coloro che hanno deciso di sondare, da un punto di vista economico e commerciale, questa fetta del nostro continente: nel settore funerario, più che in altri, i costumi e le tradizioni religiose influenzano enormemente il mercato di certi articoli. In queste pagine troverete alcune note sulla Chiesa Ortodossa, alla quale appartiene il 97% dei Greci.
La massiccia presenza italiana in fiera era costi-tuita soprattutto dalle aziende del consorzio Tanexport, che hanno occupato uno stand di 168 metri quadrati, l'unico ad isola in tutta la fiera. Di queste aziende, nove hanno esposto i propri articoli: Ceabis, G.F.M. Imbottiture, La Veneta, Pafc Fotoceramica F.lli Scarcella, Pilato, R.G.B. International, Stiltecno, Vezzani.
Naturalmente era presente anche Tanexpo 2004, che continua la sua campagna promozionale in giro per il mondo. Nella zona bar, formaggio grana originale, dolcetti freschi di nocciole piemontesi e l'immancabile caffè espresso italiano davano il benvenuto ai tanti visitatori che hanno transitato sullo stand. Atri stand italiani presenti in fiera erano C.I.F. Centro Italiano Funerario, Forgione e Spencer.

Gli organizzatori hanno raccolto entusiastiche dichiarazioni da parte degli espositori, l'80% dei quali si è detto pronto a partecipare alla prossima edizione, annunciata per il 2004. La data precisa verrà stabilita in un calendario concordato nell'ambito della I.A.F.E., l'Associazione Internazionale degli Organizzatori di Esposizioni Funerarie, alla quale Organica Expo, organizzatore di Hellenic Funer, ha già chiesto di aderire.

LA CHIESA ORTODOSSA
III secolo dopo Cristo. Lo Stato Romano è governato da due imperatori, uno occidentale e l'altro orientale. Quando nel 476 l'Impero d'Occidente crolla, il papa non è più tutelato dall'imperatore. Il papato diviene sempre più autonomo e assurge a potenza politica. Ma nell'Oriente bizantino i patriarchi di Costantinopoli sono alle dipendenze dell'imperatore e non riconoscono nel pontefice il capo di tutta la Chiesa.
La Chiesa bizantina prende il ruolo di Chiesa dell'Impero e Costantinopoli, sede dell'unico imperatore, diviene per gli orientali la capitale religiosa del mondo. Poi, attraverso affascinanti vicissitudini, la Chiesa Ortodossa si stacca da Roma con lo scisma del 1054.
Ora gli ortodossi professano la loro religione seguendo i loro riti. Sono monofisiti, cioè credono nella sola natura divina di Cristo; riconoscono al papa un primato d'onore ma non di fatto; non credono nel purgatorio; il culto mantiene ancora oggi un grande rilievo; hanno primaria importanza il canto senza strumenti e la venerazione delle icone, mentre le statue sono vietate.
Nel mondo gli ortodossi sono circa 160 milioni, ma mancano statistiche precise. Alla cristianità orientale appartengono molte chiese, la più importante delle quali, per creatività teologica e per il numero di fedeli, è la Chiesa russa.
 
Gabriella Ruffini

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022