Funermostra

Un grande evento europeo

Andrà in scena a Valencia, dal 22 al 24 maggio 2013, la dodicesima edizione di Funermostra, il Salone Internazionale dei Prodotti e dei Servizi Funebri che con i suoi 150 espositori, nazionali ed esteri, è diventata un punto di riferimento in Europa e prevede di consolidare il buon esito della precedente manifestazione che ha visto un incremento del 30% in metri quadri occupati e del 45% per ciò che riguarda i visitatori internazionali.
L’obiettivo per il 2013 è quello di consolidare questi numeri che sono stati un successo soprattutto per l’alta qualità degli acquirenti. Già oggi abbiamo confermato la partecipazione di marchi di riferimento del settore funerario”, spiega Beatriz Colom, direttrice della rassegna. “Il Salone raccoglierà ancora una volta la più completa gamma di articoli funerari: bare, forni crematori, sculture, abiti professionali, decorazioni floreali, lapidi e urne, aziende dedite ai servizi funebri e compagnie assicuratrici. Una vetrina espositiva completa e attraente, in grado di risultare interessante per tutti coloro che rappresentano il potere d’acquisto nazionale ed internazionale. L’eccellenza produttiva iberica è totalmente rappresentata e molte sono le aziende che provengono da altri Paesi del vecchio continente. Registriamo un altissimo indice di fidelizzazione, di poco superiore all’80%: è la testimonianza della fiducia che le aziende ripongono nel nostro lavoro, molto apprezzato perché finalizzato ad offrire ottime opportunità di relazione, di incontro e di confronto fra addetti ai lavori. Tradizione e innovazione bene si coniugano in un appuntamento che ambisce ad accrescere il già ottimo livello professionale degli operatori funerari iberici”.
Funermostra occuperà il padiglione 2 di Feria Valencia e mostrerà ancora una volta le capacità innovative del comparto.
“La qualità dei visitatori è per noi molto più importante della quantità. Molto abbiamo investito su una promozione internazionale che dovrebbe portare a Funermostra operatori con sempre maggiore potere d’acquisto. Oltre ai tradizionali mercati europei che seguono con grande interesse la produzione iberica (Italia, Francia, Germania, Portogallo, Polonia, Russia), abbiamo rivolto la nostra attenzione anche ai paesi dell’America Latina, il Brasile in particolare. Significativa sarà la presenza di aziende italiane: a grandi marchi quali Vezzani, Ceabis e Lorandi si aggiungono eccellenti realtà produttive quali Giuseppe Bosisio, Pirozzi Arte Sacra, Acmomad, Sekob, Oscar Marta e Arredi Sacri e Funebri di Biagio Orefice”.
Il mercato funerario spagnolo è in continua evoluzione.
“Strumenti, prodotti e servizi di qualità sempre più devono rispondere ad una domanda più complessa e più articolata che deriva dalle trasformazioni socioculturali, dalla multietnicità e dalla multiconfessionalità che contraddistinguono oggi le nostre città. Cresce in maniera esponenziale il numero delle cremazioni, che colloca la Spagna fra i Paesi dell’area mediterranea che più adottano questa pratica, così come cresce, soprattutto nelle grandi città, il numero delle cerimonie laiche. Valencia si conferma la sede ideale per presentare le novità e per disegnare le future opportunità del comparto. La nostra Provincia è il principale centro di produzione di cofani funebri. Grande impulso è stato dato all’esportazione verso i Paesi della Comunità Europea, del Centro e del Sud America, dell’Asia. Soprattutto il mercato del Sud America esprime ottime potenzialità e grande interesse. Un elemento chiave del nostro successo è legato ai nuovi numerosi tanatori sorti un po’ ovunque, su tutto il territorio, così come i cimiteri privati e i forni crematori. Anche i servizi devono essere al passo con i tempi: la professionalità degli impresari deve essere forgiata in modo da consentire il miglior utilizzo di strumenti fondamentali quali, ad esempio, le moderne tecnologie informatiche o i nuovi materiali e i nuovi modelli per la tanatoprassi e la tanatoestetica. Il tutto in una professione che è soprattutto appannaggio dei giovani, con il 74% degli impresari che ha meno di 50 anni ed il 44% che è di età inferiore ai 40 anni”.
Particolarmente ricco sarà anche il programma collaterale.
“È un punto di forza della nostra manifestazione che conferisce alla stessa un grande valore aggiunto: formazione, informazione e scambio di esperienze fra professionisti sono alla base dello sviluppo delle diverse categorie professionali. Originale e interessante l’iniziativa organizzata, il 22 maggio, da Gruppo Mémora, la simulazione di una catastrofe con molte vittime in cui si possono imparare la complessa logistica e il modo di agire degli esperti grazie al montaggio di un obitorio da campo. Inoltre, Mémora porterà a Funermostra l’esposizione 'L’altro lato della vita. Cultura funeraria, ieri e oggi', una mostra itinerante che fa parte della propria Collezione di Arte e Cultura Funeraria, con più di un centinaio di pezzi originali di corredi funebri rappresentativi delle civiltà mediterranee. Gruppo Mémora, leader in Spagna nei servizi funebri, obitori, gestione di cimiteri e crematori, sponsorizzerà la Cena di Gala, che si terrà nell’Hotel Las Arenas di Valencia il 23 maggio. Altro evento significativo, sponsorizzato da Giem Unik, sarà la conferenza di Emilio Duró in programma il 23 maggio, alle ore 16,00. Laureato in Economia e Master in Business Administration presso ESADE, Durò collabora con diverse università e scuole di affari e da più di 25 anni lavora come consulente e trainer nelle più importanti aziende del paese: nel suo intervento tratterà concetti quali la soddisfazione personale e il relativo effetto nello sviluppo professionale, lo sviluppo personale come base per il successo professionale, la conoscenza di se stessi come origine della nostra performance.  Nell’ambito di Funermostra si svolgeranno anche assemblee generali del Gruppo Mémora, dell’AFCM (Associazione delle Agenzie Funebri e dei Cimiteri Comunali) o di Panasef (Associazione Nazionale dei Servizi Funebri). Desidero infine ricordare il contributo di Albia-Santa Lucia, che sponsorizza la zona di riposo, del Gruppo Funespaña Interfunerarias, che promuove il cocktail di apertura, e di Hygeco, che il giorno della cerimonia di chiusura offrirà a tutti i partecipanti il piatto valenzano per eccellenza: la paella".
Il programma completo diFunermostra 2013 è consultabile sul sito ufficiale della rassegna, www.feriavalencia.com/funermostra.
 
Claudia Grassi


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022