Rotastyle

“Funeral Home”, quando della morte si può sorridere

Giacomo Poretti porta in scena uno spettacolo dedicato al delicato tema del commiato dal punto di vista degli anziani.

Giacomo Poretti, noto ai più per essere uno dei tre comici del trio Aldo Giovanni e Giacomo, ha aperto un suo teatro a Milano.

L’idea è nata dopo i primi mesi di lockdown a causa del Covid quando non si poteva più “fare arte” a causa delle restrizioni dovute alla lotta alla pandemia: niente concerti, niente spettacoli, niente teatro.

Giacomo, come tanti altri artisti che si sono visti costretti a rimanere a casa senza poter lavorare ed esprimere la propria creatività, ha deciso che quando tutto questo sarebbe finito e si sarebbe potuti tornare a recitare davanti a un pubblico, avrebbe creato qualcosa di suo.
E così, dal 10 al 14 dicembre dello scorso anno, ha debuttato lo spettacolo Funeral Home sul delicato tema degli anziani e della morte.

La trama

Funeral Home è scritto e interpretato da Giacomo Poretti e da Daniela Cristofori, sua compagna nella vita reale, che hanno voluto parlare di un tema importante come la morte vista dagli anziani, ma con un tocco di commovente comicità.

Una coppia di anziani deve andare al funerale di un caro amico, venuto meno qualche giorno prima: lei è sempre in ritardo, come vuole lo stereotipo delle donne che si fanno aspettare, mentre lui è in ansia per non riuscire ad arrivare in tempo. Alla fine, per evitare il ritardo, arrivano sul posto un’ora e mezza in anticipo e lì comincia la vera storia della pièce. I due anziani hanno un modo di vedere la morte molto diverso: lui è terrorizzato, lei curiosa. Il defunto è infatti il miglior amico del personaggio interpretato da Giacomo Poretti ma nonostante la salma sia stata collocata nella stanza di fianco a quella di attesa dove si trovano i due coniugi, lui non intende andare a porgergli omaggio. La morte è qualcosa da cui fuggire, qualcosa di cui non parlare nemmeno perché il solo parlarne fa paura. Lei invece non condivide i suoi sentimenti: certo, la morte spaventa tutti ma lei è curiosa di capire e soprattutto pronta a dire addio agli amici che se ne vanno. La discussione va avanti per un’ora e mezza tra momenti comici, teneri e nostalgici che fanno divertire il pubblico ma anche riflettere. Al termine, quando arrivano anche gli altri compagni e i parenti dell’amico scomparso, entreranno insieme nella Funeral Home dove si tiene la cerimonia con un misto di malinconia e rassegnazione per salutare una parte della loro gioventù che se ne va insieme al defunto.

Il teatro che analizza il lutto

Un altro spettacolo dedicato all’analisi del lutto nel teatro di Giacomo Poretti è Materiali per la morte della Zia andato in scena il 17 dicembre scorso. Anche in questo caso il tema della morte è il filo conduttore che lega i 9 quadri che compongono la pièce. Ogni scena è una breve storia a sé, non legata alle altre ma unita dall’unico elemento in comune: la morte di una zia. E ogni scena è ambientata in luoghi diversi, in situazioni differenti e con protagonisti provenienti da ambientazioni che spaziano per luogo e nazionalità.

La morte della zia viene rappresentata dai tre attori in scena (Isabella Rizzitello, Marco Bukaqeja, Sebastiano Bronzato) ora come pretesto per una lotta tra imprese concorrenti, ora come complicata organizzazione di funerale e la stessa defunta è una volta “prodotto” su cui fare business, un’altra il cadavere di un’immigrata naufragata, infine una salma abbandonata tra gli iter burocratici del processo di fine vita. Lo spettacolo vuole analizzare la perdita della “sacralità” del lutto e l’approccio freddo e a volte crudele alla perdita. La salma diventa merce e prodotto da cui trarre profitto oppure intoppo e problema da “gestire” in mancanza di qualcuno che se ne occupi.
Un tema su cui riflettere per imparare un approccio più umano verso chi se n’è andato ma soprattutto chi resta e subisce il dolore del lutto.
 
Tanja Pinzauti

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore