Proposta da Servicim

Flux, la lampada elettronica floreale

Una intraprendenza tutta italiana è all'origine di un prodotto che, oltre alla ricerca su design e nuove forme, è caratterizzato da una piena rispondenza alle evolute esigenze sociali del nostro tempo.

Spesso il destino sembra divertirsi a proporre sfide sempre nuove a chi, con tenacia e con passione, ha il gusto di volersi continuamente mettere in discussione. È il caso della Servicim di Lemignano di Collecchio, in provincia di Parma, azienda di antica tradizione che ha impresso una impronta di modernità alla illuminazione votiva nei cimiteri italiani e non solo. Dall'abbinamento fra le più elaborate tecnologie e quelle peculiarità di design e di qualità realizzativa tipiche del made in Italy ha avuto origine Flux, una composizione artistica che, applicata sulle lapidi unitamente alle lampade, svolge la funzione decorativa di una originale forma floreale. Materiali di primissima qualità, tecniche all'avanguardia e vetri di Murano intrisi di oro zecchino impreziosiscono oggi la luce votiva. Le lampade elettroniche floreali godono di un brevetto internazionale e sono sottoposte alla marchiatura della Comunità Europea e a test specifici che hanno, nel tempo, consentito di ottenere un notevole risparmio energetico. Oltre che tecnologicamente innovativo, Flux è un apparato in grado di garantire canoni estetici di grandissimo effetto.

"La mia famiglia è presente nei cimiteri da tre generazioni. Mio nonno, Bruno Ronchini, è ancora ricordato ovunque per la sua professionalità, per la sua passione, per la sua competenza. È stato, fin dal lontano 1927, un pioniere nel campo della illuminazione elettrica votiva. Ha costruito grandi impianti in città come Bari, Piacenza, Verona e Parma, tanto per citarne solo alcune.

Lavorare nei cimiteri ci ha permesso di comprendere meglio le nuove esigenze dei cittadini. I ritmi frenetici dei nostri tempi non permettono più quella assidua frequentazione delle tombe che invece era consueta fino a qualche anno fa. Sulle lapidi troviamo sempre più spesso fiori artificiali, a discapito di quelli freschi che necessitano di una cura costante. Da qui l'idea di creare apparecchi illuminanti di nuova concezione che avessero il duplice effetto di fiori e di luce".

Annalisa, con Angelo e con Bruno, ha portato la Servicim ad affermarsi a livello internazionale.

"Abbiamo creduto in noi, nelle nostre tradizioni e nel nostro lavoro, così da poter servire al meglio un target estremamente ampio ed eterogeneo. Abbiamo sviluppato il gusto e l'emozione di fondere un segno votivo con l'armonia di forme floreali nuove e straordinariamente vivaci. Una ricerca continua ed appassionata è alla base di tutti i modelli. Ogni fiore di Murano ed ogni parte elettronica richiedono ore di studio e di lavoro, di calcoli e di prove, ma alla fine c'é sempre la grande soddisfazione di aver saputo dare una elevata espressione ad elementi di illuminazione votiva che sembrano permeati, finalmente, di nuova vita".

Onore alla Servicim, quindi, per aver saputo fornire risposte adeguate ad un settore, quello cimiteriale, in cui i "grandi" sentimenti devono potersi manifestare attraverso prodotti di "grande" gusto. Nel nuovo show-room di Lemignano, quasi un cimitero in miniatura, si respira un'aria intrisa da una intensa emozione. Nel gusto raffinato e nell'originale design tutto italiano di Flux troviamo tracce della nostra storia e delle nostre tradizioni. Ma, soprattutto, troviamo la manifestazione concreta di un amore capace di esprimersi oltre la vita.

 

 
Paola Bardi

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022