GIOVANNI CACIOLLI, SEGRETARIO NAZIONALE FEDERCOFIT

UNA FELICE STAGIONE PER LA FUNERARIA

Dopo l'approvazione delle Legge Sirchia da parte della Camera dei Deputati anche l'Emilia Romagna ha varato il Regolamento per la Legge Regionale sulla disciplina in materia funeraria e di polizia mortuaria

Il 17 febbraio 2005 la Camera dei Deputati ha approvato la legge sulla "Disciplina delle attività nel settore funerario", ora passata al Senato ed affidata alla Commissione Sanità per l'esame che precede la discussione in Aula per il voto definitivo. Il testo di questa legge è sostanzialmente, salvo piccole modifiche migliorative, quello che tutti già conoscete: lo consideriamo un testo buono, utile allo sviluppo della funeraria in Italia, innovativo ed omogeneo.

I contenuti del Disegno di Legge, giustamente di natura generale (si tratta di una legge di principio), permettono di inquadrare le normative regionali avviate con le leggi di Lombardia, Emilia Romagna e Marche - e con altre proposte di legge in numerose regioni - in un contesto nazionale omogeneo che eviti marcate e dannose differenziazioni da una regione all'altra.

Consideriamo positivi, inoltre, i contenuti del Disegno di Legge perché:

• finalmente inquadrano l'attività funebre in modo adeguato, fanno giustizia di vecchi retaggi quali il "diritto di privativa", definiscono con chiarezza la natura imprenditoriale, chiariscono le incompatibilità a tutela di una corretta concorrenza;

• introducono anche in Italia importanti innovazioni quali la "Sala del Commiato" e la "tanatoprassi";

• rendono più moderni ed efficienti le strutture Funerarie, dai cimiteri ai crematori;

• infine, ed è l'aspetto più importante, offrono, per la prima volta nel Paese, risposte che non mortificano alcun attore, pubblico o privato o misto che sia.

Riteniamo quindi che il Disegno di Legge definisca con chiarezza i compiti delle istituzioni ed i ruoli degli operatori di qualsiasi natura essi siano.

È vero, come qualcuno sostiene, che questo testo, come del resto tutte le leggi, potrebbe essere migliorato, ma con questa logica "di miglioramento in miglioramento" il varo di una legge, necessaria e da tanto tempo attesa, slitterebbe senza fine.

Per questi motivi FEDERCOFIT farà tutto quanto possibile, come è accaduto fino ad oggi, per accelerare l'approvazione definitiva di questa Legge senza modifiche che rischierebbero di fare passare invano anche questa legislatura. Solleciteremo il Presidente del Senato Marcello Pera così come abbiamo fatto con il Presidente della Camera Pier Ferdinando Casini, e abbiamo chiesto un incontro, presso la Commissione Sanità del Senato, con i rappresentanti di entrambi gli schieramenti politici per spiegare le nostre posizioni e chiedere il voto in tempi brevi. In passato abbiamo proposto a FENIOF di unirsi a noi in queste iniziative fondamentali per il futuro della categoria. La risposta non c'è mai stata e, se c'è stata, è stata negativa. Oggi non chiediamo più, ma colpisce l'assordante silenzio di questa Organizzazione su temi così rilevanti.

Affronteremo questi argomenti in due importanti appuntamenti, in programma rispettivamente il 22 e il 24 marzo a Milano e a Forte dei Marmi, dove incontreremo esponenti dei diversi partiti in vista delle imminenti elezioni regionali con l'intento di far conoscere con chiarezza e senza timori i problemi di tutte le categorie impegnate nella funeraria perché la politica si occupi correttamente di noi e dello sviluppo del nostro settore.

Ma, per fortuna, le buone notizie non finiscono qui. Anche la Regione Emilia Romagna ha approvato il proprio Regolamento per la legge n. 19/04 "Disciplina in materia funeraria e di polizia Mortuaria". È la seconda Regione, dopo la Lombardia, che si accinge nei prossimi mesi a rendere operativa la nuova Legislazione. FEDERCOFIT, ad aprile, promuoverà un Convegno utile ad illustrare i contenuti delle disposizioni e rispondere ai quesiti di tutti gli Operatori.

 
Giovanni Caciolli

PREVISTI DALLA LEGGE N. 22/03

CORSI DI FORMAZIONE PER L'ACCREDITAMENTO PRESSO LA REGIONE LOMBARDIA

In applicazione delle norme per i requisiti professionali previsti dalla Legge della Regione Lombardia n. 22/03, l'articolo 32 del Regolamento n. 6/04 "Regolamento in materia di attività funebri e cimiteriali" prevede che i soggetti accreditati formalmente dalla Regione alla formazione organizzino i corsi, svolgano gli esami e rilascino il relativo certificato dell'avvenuto superamento delle prove. FEDERCOFIT ha predisposto un accordo con un Ente di Formazione Professionale accreditato dalla Regione per poter adempiere a quanto previsto dalla legge. I corsi inizieranno lunedì 18 aprile.

Dal 18 al 22 aprile si svolgerà il primo corso per necrofori, dal 26 al 29 aprile il corso per addetto al trasporto e nella prima settimana di maggio si terrà il modulo pratico. Per informazioni ed iscrizioni potete contattare la segreteria della Federazione (tel. 02 33403992).


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022