Carmelo Pezzino
Troverete nelle pagine a seguire ampia informazione sulle tante proposte di Tanexpo 2008 che vive, per la prima volta a Bologna, la sua edizione più ricca e più interessante. Non è facile, quindi, trovare ulteriori argomenti per anticiparvi quanto potrà essere oggetto della vostra attenzione all'interno della rassegna.
Ci fa piacere però sottolineare come quest'anno siano protagonisti ancora più attivi che in passato tutti gli Organismi rappresentativi del comparto funerario e cimiteriale, aggregati idealmente intorno a Tanexpo a costituire un "sistema Italia" ed impegnati, negli ultimi mesi, a predisporre contenuti di alto livello per tutte le categorie interessate.
Non sfugge certamente ad alcuno l'importanza che riveste il fatto di proporsi su tutti i fronti in maniera compatta e coesa: può rivelarsi utile per sollecitare la nostra classe politica a dare finalmente corso ad una nuova legislazione di riferimento; può aiutare a risolvere definitivamente alcune problematiche rilevanti per la collettività (la cosiddetta "questione morale" o l'equiparazione dei diritti dei conviventi a quelli dei coniugi in merito alle disposizioni sulla cremazione, tanto per citare i primi due esempi che ci vengono in mente); può favorire una organizzazione del comparto che esalti le qualità professionali di chi vi opera e che risponda adeguatamente alle evolute esigenze dei cittadini; può garantire un migliore approccio alle dinamiche del mercato internazionale con le conseguenti positive ricadute sullo sviluppo professionale ed economico delle nostre aziende.
Auspichiamo pertanto che possa vedere presto la luce il famoso "documento di principi condivisi" al quale hanno lungamente lavorato Assocofani, Federcofit, Feniof e Sefit e che pare essersi temporaneamente arenato per alcuni contenuti (riconoscimento dell'attività funebre, moralizzazione del settore, neutralità dell'approccio al dolente, mantenimento del cimitero quale luogo di memoria storica) sui quali esistono posizioni non del tutto convergenti. Le distanze non sembrano incolmabili: con la disponibilità di tutti a rinunciare ciascuno a qualcosa, riteniamo che la soluzione possa essere trovata in tempi ragionevoli.
Pare invece essere in dirittura di arrivo l'azione di Assocofani per vedere finalmente riconosciute da una specifica Norma Uni le caratteristiche tecnico costruttive dei cofani funebri: questo potrà assicurare omogeneità su tutto il territorio nazionale, facendo emergere realtà sommerse la cui produzione è ai limiti della regolarità, e permetterà di non farsi trovare impreparati di fronte a direttive europee che avrebbero potuto compromettere il futuro dei costruttori del nostro Paese.
Ne sapremo di più in occasione di Tanexpo 2008. Nell'ambito della quale vi segnaliamo due iniziative particolari che lì verranno presentate, un progetto di alta formazione al quale stanno lavorando il Centro Studi Oltre e Federcofit per arrivare presto ad un Master di livello universitario e una innovativa forma di comunicazione, una "isola funeraria" sul web in ambiente Second Life.
Saremo lieti di incontrarvi tutti per cementare un rapporto che dura da sette anni e che è stato per noi davvero ricco di grandi gratificazioni umane e professionali.
A rivederci a Bologna, quindi, e buona lettura a tutti!
 
Carmelo Pezzino

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022