Carmelo Pezzino
Scriviamo queste note mentre è in corso un incontro fra le quattro Organizzazioni di Categoria maggiormente rappresentative del sistema funerario e cimiteriale italiano (Assocofani, Federcofit, Feniof, Sefit) per giungere a sottoscrivere un documento di principi condivisi da proporre ai legislatori che, nelle diverse sedi, stanno predisponendo le future normative sulla materia. Il dialogo su questi temi ha origini antiche, ma ha trovato linfa vitale e nuovi impulsi in occasione di Tanexpo 2006 quando, grazie all'autorevole centralità di una manifestazione capace di dare visibilità all'intero movimento, tutti hanno compreso i vantaggi del "fare squadra", proponendosi alle Istituzioni, agli addetti ai lavori e all'opinione pubblica con quella forza che, sola, può derivare dalla coesione e dalla comunione di intenti.
Il ruolo di Tanexpo non è stato secondario, di certo non per aver determinato contenuti "tecnici" o "politici" (non è fra i suoi compiti, a differenza di quanto è specificatamente oggetto dell'attività delle Organizzazioni di categoria) quanto piuttosto per aver proposto e per continuare a proporre occasioni di incontro e di confronto, facendosi portatore delle aspettative comuni e veicolando adeguatamente una informazione corretta sulla materia. Sui contenuti legati ai temi principali (riconoscimento dell'attività funebre, rapporto fra pubblico e privato, moralizzazione del settore, neutralità dell'approccio al dolente, mantenimento del cimitero quale luogo di memoria storica) esistono ancora piccole divergenze che riteniamo possano essere facilmente superate per arrivare ad un accordo di massima.
Sarebbe opportuno sottoscrivere il documento in tempi brevi. Per soddisfare le esigenze della società su una maggiore efficienza dei servizi e sulla questione morale, per rispondere adeguatamente alle mutate richieste della collettività, per non farsi trovare impreparati, a livello internazionale, su questioni tecniche (ad esempio le caratteristiche costruttive dei cofani funebri) che potrebbero avere ripercussioni negative sul comparto produttivo italiano. Ci piacerebbe che proprio Tanexpo 2008 segnasse un ulteriore passo in avanti sulla strada dell'unità e fosse anche occasione utile per registrare, finalmente, un atteggiamento positivo e costruttivo della nostra classe politica sui temi che più ci stanno a cuore.
Vogliamo pubblicamente ringraziare l'amico Mauro Felicori che, chiamato dal Comune di Bologna a ulteriori prestigiosi incarichi, ha lasciato la presidenza di Asce, l'Associazione Europea dei Cimiteri Storico Monumentali che, sotto la sua guida, si è affermata fra le Istituzioni Culturali più rappresentative a livello internazionale. Gli succede, in una logica di continuità che si manifesterà anche nella reiterata collaborazione con Oltre Magazine, Maria Luisa Yzaguirre, di Barcellona, alla quale formuliamo i più fervidi auguri di buon lavoro con l'auspicio che, proseguendo sulla strada tracciata da Mauro, possa ottenere altrettante gratificazioni.
Una breve segnalazione, infine. Nel mese di ottobre avrà luogo la quinta edizione del Fiaba Day, la giornata nazionale per l'abbattimento delle barriere architettoniche, che vivrà interessanti appuntamenti nelle principali città italiane. Una occasione per riflettere sulla eliminazione delle barriere culturali e fisiche create dall'isolamento, dall'emarginazione, dall'ingiustizia sociale.
Buona lettura a tutti!
 
Carmelo Pezzino

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022