Carmelo Pezzino

Scriviamo queste note mentre sono ancora accesi riflettori e microfoni del VI Congresso Internazionale IATS, un appuntamento del quale vi abbiamo spesso parlato e che ha confermato appieno quanto era negli auspici di tutti noi. Per quattro giorni su Bologna è gravitata l'attenzione di coloro i quali si occupano professionalmente di tutti i temi a qualsiasi titolo collegati all'evento morte.

Più di quattrocento partecipanti, per lo più psicologi e tanatologi provenienti da ogni parte del mondo, hanno discusso, nello splendido scenario dell'Aula Magna di Santa Lucia, di ogni aspetto legato alla "Buona Morte". Eutanasia e suicidio assistito, cure palliative ed esperienze di hospice, elaborazione del lutto e rituali funerari, aiuto psicosociale ed auto aiuto, assistenza psicologica e burnout degli Operatori Funerari: su questi ed altri argomenti si è articolata la discussione e si è sviluppato il confronto fra esperienze, culture e ideologie anche assai diverse.

Due incontri con la cittadinanza, le presentazioni di una proposta di legge sull'eutanasia e di una rete nazionale di aiuto psicosociale per le persone in lutto, hanno destato l'interesse di un pubblico eterogeneo che, a conferma di una sempre più marcata esigenza di "conoscenza", ha affollato la sala ed animato un vivace dibattito.

Ciò che più ci ha riguardato da vicino, anche perché coordinate dal Centro Studi che fa riferimento ad Oltre Magazine, sono state le due sessioni di lavoro che sotto il titolo "La Buona Morte e le Professioni Funerarie" hanno visto discutere di quanto è oggetto, per ciascuno di voi, della propria attività quotidiana. Già in fase di presentazione vi abbiamo elencato gli argomenti trattati e il mese prossimo dedicheremo ampio spazio al resoconto della discussione sviluppatasi in un'Aula Absidale che ha visto presente, nei due giorni, una affollata platea di Operatori pubblici e privati particolarmente attenti e partecipi, a riprova di una sentita necessità di maggiori conoscenze ed approfondimenti.

Motivo di soddisfazione è quello di aver potuto contare su relatori di indiscusso prestigio, grazie al fatto di aver riunito - con un'unica, ahimè, prevedibile e ingiustificata defezione - le forze culturali, politiche, sociali e di categoria più autorevoli sulla materia in Italia. A loro vogliamo pubblicamente rivolgere il nostro riconoscente pensiero per il contributo espresso e per averci unanimemente sollecitato la riproposizione di giornate di studio totalmente dedicate a temi specialistici, non avendo l'incalzante ritmo del talk show e la scaletta troppo ampia consentito in questa occasione una trattazione realmente esaustiva.

Terremo conto di questa richiesta anche in preparazione di Tanexpo 2006, appuntamento fondamentale non solo come occasione di business, ma anche come momento elevato di incontro, di confronto, di discussione. A proposito di Tanexpo 2006. Leggerete più avanti che stiamo per conoscere chi firmerà l'oggetto del desiderio di tutti i visitatori della rassegna, il gioiello esclusivo che verrà assegnato per sorteggio al più fortunato fra voi. Oltre Magazine vi farà vivere, mese dopo mese, le diverse fasi di realizzazione dell'autofunebre al volante della quale, oggi, potete sognare un trionfale ritorno a casa da Modena.

Buona lettura a tutti!

 
Carmelo Pezzino

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022