Carmelo Pezzino

Poco più di sessanta giorni ci separano dallo svolgimento del VI Congresso Internazionale IATS in programma a Bologna dall'8 all'11 giugno 2005 e del quale spesso già vi abbiamo parlato. Il Centro Studi Oltre, direttamente collegato alla nostra rivista, gestirà due sessioni parallele nelle quali verrà discusso, da illustri ed autorevolissimi Relatori, ogni aspetto legato alle attività funeraria e cimiteriale.

Parleremo della nuova legislazione funeraria e delle opportunità che si andranno a determinare per gli operatori; della formazione professionale e della dimensione etica; della sala del commiato; dei nuovi modelli gestionali, dell'architettura e dell'urbanistica dei cimiteri; della cremazione vista come tradizioni, ritualità, tecnologia; dell'elemento centrale del rito di commiato, il cofano funebre, per quanto rappresenta in valore simbolico e in concreta testimonianza di omaggio al defunto. Ci occuperemo inoltre, all'interno della parte più prettamente scientifica del Convegno, dei rituali funebri e del burn out degli operatori. Come vedete, tante ottime motivazioni a prendere parte ad un evento che può davvero essere considerato gli Stati Generali di un sistema funerario e cimiteriale italiano rappresentato ai massimi livelli.

Tutte le espressioni del comparto saranno presenti: istituzioni politiche e culturali, organismi di categoria dell'imprenditoria pubblica e privata, forze sociali, mondo produttivo ed operatori. Brilla ancora una volta per la propria assenza la Feniof che non ha inteso condividere con altri questo momento di incontro che le avrebbe offerto una ulteriore possibilità di celebrare pubblicamente, in un contesto adeguato e con grande visibilità, il prestigioso traguardo dei suoi primi qurant'anni di attività. È un atteggiamento che ovviamente rispettiamo, ma che ci appare davvero incomprensibile. Se davvero si vuole perseguire l'obiettivo di una reale crescita della categoria, non c'è altra strada che quella di affermare e sostenere le proprie idee in un corretto rapporto dialettico basato sul dialogo e sul confronto, senza arroccarsi su posizioni isolate. Ma, evidentemente, Feniof la pensa diversamente. E diversamente la pensa il suo Presidente Renato Miazzolo che, invitato non solo istituzionalmente ma anche in veste di operatore privato capace di realizzare fra i primi in Italia una funzionale Casa del Commiato, ha fermamente declinato tale invito.

Questo numero di Oltre Magazine va in stampa mentre le agenzie battono la notizia della morte di Terri Schiavo. Consentiteci una breve riflessione personale, al di là delle tante diverse verità urlate in questi giorni su una vicenda comunque tragica. È una riflessione sulla divinizzazione dell'uomo, sulla sua sciagurata idea di essere il signore del mondo, sulla disgraziata ipotesi che la libertà non sia, in realtà, il potere di decidere per sé senza offendere gli altri quanto piuttosto il disporre degli altri secondo le proprie idee.

Buona lettura a tutti!

 
Carmelo Pezzino

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022