Carmelo Pezzino

C'è un'onda, generata anch'essa dallo tsunami che ha seminato distruzione e morte nel sud est asiatico, che non accenna a placarsi, quell'onda di solidarietà che ha contraddistinto ancora una volta la straordinaria partecipazione emozionale e concreta dei cittadini italiani alla sofferenza e al dolore di popoli più sfortunati. Siamo certi che ciascuno di voi, come tutti, abbia già dato il proprio contributo alle diverse campagne umanitarie, ma vogliamo invitarvi a non dimenticare, a non desistere, a continuare a sostenere tutte le iniziative che potranno aiutare i Paesi colpiti a venir fuori da una catastrofe senza precedenti.

In questa dolorosa circostanza si è nuovamente evidenziata l'assenza di una rappresentanza del sistema funerario all'interno dell'unità di crisi della nostra Protezione Civile. Assenza "non colpevole" perché siamo testimoni diretti di quanta solidale disponibilità sia stata manifestata da tutte le categorie interessate (produttori, operatori funerari, addetti cimiteriali), ma assenza in qualche modo anche "colpevole" poiché evidentemente, in tutti questi anni, non si è stati capaci di dare al comparto una forte rappresentatività istituzionale e una immagine complessiva in grado di rendere adeguata visibilità ad una raggiunta maturità, ad una grande professionalità, alla piena consapevolezza di un fondamentale ruolo sociale da svolgere.

Si impone, alle Federazioni e a tutte le categorie interessate, la necessità di riflettere seriamente se non sia giunto il momento di fare davvero sistema. Un organismo confederale che rappresenti, in una aggregazione che lasci a ciascuno la massima autonomia di ruoli e di competenze, tutte le componenti del comparto, avrebbe una forza politica ed una capacità operativa utili a proporsi, così come accade in molti Paesi, come partner credibile ed efficace. Se gli Operatori Funerari possono riconoscersi nelle Federazioni, il mondo produttivo inizia adesso a comprendere la necessità di strutturarsi e si va velocemente adeguando, come ben testimoniano le diverse esperienze associative già costituite o in via di costituzione.

Ma, lo ripetiamo, occorre dimostrare, in fretta e in maniera evidente, di essere in grado di fare "sistema". Può essere il grande obiettivo del 2005, un progetto che OLTRE MAGAZINE seguirà, come è nostra abitudine, con interesse e con puntualità. E con l'impegno, laddove ci sarà possibile, di contribuire a sensibilizzare le Istituzioni nel riconoscere l'indispensabile funzione sociale, la qualità e i meriti del nostro comparto.

Buona lettura a tutti!

 
Carmelo Pezzino

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022