Carmelo Pezzino
Abbiamo sempre ritenuto non particolarmente eleganti l’autoelogio e l’autoreferenzialità preferendo lasciare eventualmente ad altri il compito di esprimere giudizi lusinghieri su quanto oggetto della nostra attività. Per una volta veniamo meno a questo principio, ma, sulle ali dell’entusiasmo per quanto accaduto in occasione di Tanexpo 2012, desideriamo condividere con voi tutti la soddisfazione per risultati talmente brillanti da essere andati ben oltre le più ottimistiche previsioni. Non vi nascondiamo che, seppur lusingati dall’essere riusciti ad occupare ogni spazio espositivo disponibile nei padiglioni di Bologna Fiere, paventavamo un possibile calo nel numero dei visitatori per via delle difficoltà che, in un momento pesante per l’economia del Paese, investono anche il comparto funerario e cimiteriale. Ebbene, fin dagli istanti che hanno preceduto l’inaugurale taglio del nastro, ogni nostro timore è definitivamente svanito: mai abbiamo visto così tante persone affollare i corridoi di Tanexpo! L’impressione iniziale è stata confermata nei giorni successivi: i dati ufficiali parlano di un incremento di pubblico del 5% (poco meno di 17.000 presenze!), ma ancora più significativo è il generale sentimento di grandissima soddisfazione espresso dagli espositori, tutti gratificati dal numero di contatti ricevuti e dalle occasioni di business sviluppate, e dai visitatori, favorevolmente colpiti dall’altissimo livello qualitativo delle tante novità proposte e della manifestazione in generale. Onore, quindi, a tutti coloro che si sono tanto impegnati per determinare un così eclatante successo!
Ad acuire il nostro compiacimento è anche l’esito di Tanexplora, il format sulla esplorazione del lutto rivolto all’opinione pubblica e svoltosi nel suggestivo scenario di Palazzo Re Enzo: mostre, convegni e performance artistiche hanno fatto da cornice ad un evento incentrato prevalentemente su una corretta e trasparente informazione sulle buone prassi che contraddistinguono gli adempimenti da compiere in occasione di un decesso. La risposta del pubblico e l’attenzione che le più importanti istituzioni politiche, culturali e scientifiche hanno dedicato all’avvenimento sono basi solide sulle quali costruire i contenuti dell’edizione 2014.
Per nulla sorprendente, se non per coloro che hanno sempre guardato con sufficienza e con un po’ di alterigia l’operato della Scuola Superiore di Formazione per la Funeraria, è stato il tributo dedicato al Laboratori su molti argomenti che si sono succeduti nell’area ad essi dedicata presso lo stand di Oltre Magazine, teatro anche di dibattiti, di presentazioni e di proiezioni che lo hanno reso uno dei poli di attrazione della manifestazione. La partecipazione di quasi 300 operatori ai diversi momenti formativi dimostra la sempre maggiore consapevolezza con cui le categorie guardano al proprio futuro volendo usufruire di ogni possibile strumento utile a dare una impronta innovativa e moderna allo sviluppo delle singole professioni.
Ad un futuro pregno di concretezza, e non di vacue parole, tende anche la nuova Associazione presentata a Bologna: l’EFI, Eccellenza Funeraria Italiana, non è un club di vip, come qualcuno malignamente ha scritto, ma un gruppo di imprenditori che credono nel proprio lavoro, che investono su di esso ingenti risorse umane ed economiche, che perseguono con determinazione riforme, innovazione e qualità dei servizi resi. Ne parleremo nei prossimi mesi quando vi racconteremo anche molte altre novità emerse in questa entusiasmante edizione di Tanexpo.
Buona lettura a tutti!
 
Carmelo Pezzino


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022