Carmelo Pezzino

Diamo il benvenuto sulle pagine di Oltre Magazine a Melanie Lemonnier, etnologa e antropologa francese che da più di quindici anni si occupa di tanatoprassi. Melanie, con una serie di articoli, ci farà conoscere nel dettaglio questa disciplina ancora non ufficialmente riconosciuta dalla legislazione italiana, ma che rappresenta un tassello fondamentale nella evoluzione della professione funeraria così come richiesto dalle moderne tendenze socio culturali. Parallelamente ad un approccio scientifico, la Lemonnier, insieme a Karine Pesquera, ha sviluppato programmi di formazione professionale riconosciuti dalle Istituzioni francesi e che, in esclusiva per il nostro Paese, verranno proposti dalla Scuola Superiore di Formazione per la Funeraria.
Emerge con sempre maggiore evidenza, da parte degli Operatori funerari italiani più consapevoli, la necessità di poter disporre di strumenti innovativi in grado di ampliare il proprio bagaglio di conoscenze e di esperienze. La formazione è un tassello fondamentale sulla strada dello sviluppo del comparto: al di là di quella istituzionale, resa obbligatoria con diverse modalità dalle Regioni che hanno già legiferato sulla materia, si vanno affermando modelli educazionali specialistici che, presentati come laboratori sperimentali in occasione di Tanexpo 2010, hanno raccolto allora grandi consensi e trovano oggi concreta applicazione. I Corsi sulla cerimonia e sulla tanatoprassi sono già operativi e disponibili per tutti gli addetti ai lavori: le tante richieste che continuano a pervenire da ogni parte d’Italia sono la testimonianza di un bisogno individuale e collettivo che trova finalmente risposte adeguate.
La Scuola Superiore di Formazione per la Funeraria è dunque una realtà e sono in via di definizione l’accreditamento ed il riconoscimento istituzionale presso molte
Regioni: sarebbe auspicabile che di essa facessero parte quante più possibili espressioni del comparto per farvi confluire ulteriori esperienze e conoscenze qualificate e per conferirle una maggiore autorevolezza e prerogative di unicità. Il progetto originario prevedeva la partecipazione delle due Federazioni, Feniof e Federcofit: sarebbe stato un segnale forte di unità di intenti su un argomento, la qualificazione della categoria, sul quale non possono esistere due diverse verità. Ma dopo più di un anno di incontri, di discussioni e di veti incrociati fra le due Associazioni, ancora non si è trovata la formula che consenta di superare questa fase di stallo.Ci auguriamo che ciò possa accadere al più presto: eviteremo così di assistere, anche su questo tema, ad una frammentazione di proposte che rischia di creare disorientamento nel mercato. Al quale, come sempre, spetta il compito di valutare e di premiare la validità di ciascun progetto.
Buona lettura a tutti!

 
Carmelo Pezzino


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022