Carmelo Pezzino
Più di trenta Aziende, fra le più qualificate nel panorama delle realtà industriali del comparto funerario e cimiteriale italiano, hanno già sottoscritto il proprio impegno di partecipazione a Tanexpo 2012, ben prima che venga ufficialmente avviata l’acquisizione commerciale degli espositori. È un segnale importante, che testimonia assoluta fiducia nel lavoro degli organizzatori e che, ben più significativo, dimostra inequivocabilmente come la manifestazione bolognese abbia pienamente centrato i propri obiettivi rivelandosi e confermandosi una eccezionale ed unica occasione di incontro, di confronto, di business, di crescita professionale e di sviluppo economico.Il successo di Tanexpo ha scatenato numerosi tentativi di emulazione al nord, al centro e al sud del nostro Paese illudendo i promotori che nel comparto vi sia una grande “fame” di fiere specializzate: non è così, anzi! Lo dimostrano le incertezze sullo svolgimento di alcune rassegne programmate fra qualche mese, i continui rinvii di altre sulle quali si continuano ad effettuare interminabili sondaggi, le difficoltà a decollare di altre ancora che pagano forse lo scotto di essere troppo legate all’immagine di espositori che, giocando in casa, ambiscono ad esserne le uniche star oscurando gli altri.
Il mondo produttivo italiano, così come accade nelle altre nazioni, vorrebbe un’unica fiera di riferimento per concentrare in essa tutte le risorse umane, tecnologiche ed economiche utili ad affermare, davvero e come merita, il made in Italy.
La fortuna di una manifestazione non si costruisce in pochi mesi: occorrono anni di lavoro continuo ed intenso, esperienza, capacità di programmazione, relazioni costanti a livello nazionale ed internazionale, investimenti importanti nella promozione. E occorre, soprattutto, l’umiltà di non sentirsi mai arrivati e di considerarsi sempre al servizio di coloro i quali, espositori e visitatori, sono i veri artefici di un progetto orientato a costruire per tutti un futuro migliore.
Proprio guardando al futuro è stata presentata ufficialmente nei giorni scorsi, a Bogotà, l’iniziativa che vedrà l’Italia al centro dell’attenzione mondiale in occasione dell’Expo Internazionale 2015. Il nostro Paese, per una settimana, sarà il fulcro anche del sistema funerario e cimiteriale internazionale, per dare la massima visibilità al comparto e per affermare universalmente le grandi valenze professionali, culturali ed etiche di chi svolge una attività che, sotto qualunque latitudine, rappresenta anche un fondamentale servizio sociale. Incontri fra le più autorevoli ed emblematiche Organizzazioni, convegni sulle tematiche più attuali, un’area espositiva ad inviti curata da ciascun Paese per presentare le proprie eccellenze produttive, un workshop finalizzato a sviluppare relazioni e business mettendo a confronto domanda ed offerta: questo il programma di massima dell’evento, accolto con entusiasmo dai vertici di Fiat-Ifta che, in Colombia, hanno garantito allo stesso il massimo sostegno istituzionale.
A voi ed alle vostre Famiglie l’augurio per una serena Pasqua nel segno dell’armonia e della pace.
Buona lettura a tutti!

 
Carmelo Pezzino


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022