Carmelo Pezzino
I lettori più attenti si saranno di certo accorti che negli ultimi numeri di OLTRE è stato dato alle interviste con le aziende produttrici e con le imprese di onoranze funebri minore spazio di quanto non ne fosse stato concesso in precedenza.
Ciò può sembrare strano in una rivista che si dichiara periodico dell'imprenditoria funeraria e cimiteriale e che si rivolge principalmente al mondo delle onoranze funebri. Crediamo di dovervene rendere conto, e a tale proposito vi rimandiamo alla rubrica "opinioni", ma crediamo soprattutto di dovervi ulteriormente stimolare, se mai ve ne fosse bisogno, ad essere maggiormente responsabili ed intraprendenti nell'affrontare tematiche comuni a tutta la categoria, consapevoli che solo con una disamina a 360 gradi, alla quale mai questa rivista si sottrarrà, potrà essere sviluppato e portato a compimento quel processo di crescita collettiva di cui, come già detto ripetutamente, tutti avvertiamo la necessità e che ci deve vedere tutti protagonisti.
Esaurite le vacanze estive, ci siamo accorti che il calendario segna come ormai prossimo l'appuntamento con TANEXPO.
La rassegna modenese anche quest'anno si avvia verso un nuovo successo, come confermano gli oltre 7.000 metri quadrati netti di plateatico già venduti, la pianificazione di eventi collaterali di grande spessore, il crescente interesse degli operatori di settore, italiani e stranieri, che riconoscono a TANEXPO una leadership non più solamente italiana, ma addirittura europea, a riprova che un serio lavoro di programmazione ed una condotta sempre corretta e professionalmente ineccepibile alla fine si rivelano vincenti.
Molti vorrebbero mettere la propria firma su una fiera di successo, senza però rendersi conto di quali capacità imprenditoriali ed organizzative siano necessarie per costruire un evento di qualità: ecco, allora, che si tenta di riesumare fantasmi del passato cui sarà molto difficile ridare vita, che si cercano improponibili alleanze con partner stranieri, che si pianificano manifestazioni come se fossero feste di compleanno, senza valutare con obiettività le proprie potenzialità, anche di investimento economico, e disperdendo forze dai propri compiti istituzionali di rappresentanza, quelli sì di vera utilità per la categoria.

Fra le novità più attese di TANEXPO 2002 ci sarà la presentazione di un prototipo di Casa Funeraria, tema, questo, destinato a diventare di strettissima attualità, essendo finalmente il nostro Paese pronto a recepire quanto di innovativo è legato a questa esperienza, con inevitabili ricadute in termini di valutazione della professionalità degli operatori e di migliori opportunità economiche per i più pronti ad allinearsi alle esigenze di mercato.
Alla Casa Funeraria dedicheremo, fin da questo numero di OLTRE, grande attenzione, con un desiderio, forse ambizioso, ma che ci appare realizzabile, quello di fungere da collettori delle più diverse esperienze, per arrivare, il prossimo marzo, ad organizzare un importante Convegno Internazionale capace di esprimere autorevoli linee guida.

Tante saranno le 'offerte' della manifestazione modenese. A tutte, dal prossimo mese, dedicheremo ampio spazio.

Buona lettura a tutti !
 
Carmelo Pezzino

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022