L'attività della Scuola Superiore di Formazione per la funeraria

Un consenso generalizzato

Una forte impennata nel numero delle richieste di partecipazione giunte alla Segreteria della Scuola Superiore di Formazione per la Funeraria ha convinto gli organizzatori a prevedere, oltre a quella già in programma dal 17 al 20 giugno, una edizione straordinaria del Corso di Formazione Specialistica “Nuovi Gesti – la figura professionale del tanatoprattore” che avrà luogo, sempre a Modena presso Terracielo Funeral Home, dal 24 al 27 giugno 2013. La struttura modenese, per l’ottima dotazione tecnologica e per la perfetta organizzazione degli spazi tecnici, rappresenta la sede ideale per erogare una formazione di elevatissimo livello. Supportata dall’efficacia di attrezzature e di prodotti messi a disposizione da Ceabis, la docente fornirà agli operatori presenti strumenti idonei a rispondere adeguatamente alle richieste delle famiglie. I discenti potranno mettere subito in atto le nozioni teoriche e le tecniche operative apprese dando così concretezza immediata ad una qualificazione professionale di grandissimo valore pratico ed etico. I metodi proposti e sperimentati sul campo da tutti i partecipanti rispondono a tre obiettivi primari (la disinfezione, la conservazione e il ripristino) per preservare, in condizioni di massima sicurezza, l’aspetto della salma per il periodo necessario al commiato curandone una presentazione estetica in grado di eliminare anche le deturpazioni create da traumi o da ferite.
La più recente edizione del Corso ha visto protagonisti alcuni operatori di Ade Servizi srl di Parma (altri, per un totale di 12 soggetti, frequenteranno i successivi moduli) i quali hanno voluto rappresentare la propria soddisfazione con una testimonianza scritta che hanno esplicitamente richiesto venisse pubblicata e che si aggiunge ai tanti altri riconoscimenti che molti fra coloro che hanno vissuto questa interessante esperienza di formazione specialistica hanno manifestato anche sui social network.
Sulla pagina Facebook della Scuola, ad esempio, Patrizia Marzolla ha pubblicato un post che bene riassume il suo stato d’animo. “Ho frequentato il Corso sulla Tanatoestetica presso la Casa Funeraria Terracielo di Modena. Prendersi cura dei morti non significa procedere semplicemente alla vestizione ed incassare il corpo nel cofano, ma ridare dignità affrontando, al bisogno, situazioni gravose e sofferte, ed evitare spiacevoli inconvenienti che possono portare alla chiusura anticipata del feretro, cosa vissuta con ancora più dolore da parte dei familiari. Troppo spesso viene trascurata la cura della salma: igienizzazione accurata, utilizzo di creme di conservazione, eventuali ricostruzioni post trauma, trucchi leggeri per correggere lividi ed escoriazioni e per togliere il pallore o eventuali cambiamenti cromatici dovuti a malattie specifiche, tamponamenti e suture di ferite. L’esecuzione di questi trattamenti, qualora necessari, permette ai familiari di vivere l’ultimo saluto in modo sereno e decoroso. Purtroppo, tutto questo è quello che manca ancora oggi alla maggior parte delle Onoranze Funebri: non viene dato il giusto peso e forse non si comprende appieno quanto può essere importante per il dolente ritrovare la persona amata “ancora bella” nonostante la malattia e la morte. Cancellare i segni della morte, dare ad un corpo divenuto freddo una parvenza di vita: ecco ciò che fa con amore e passione il tanatoesteta. Ed è ciò che io esercito con amore e con passione. Occorre sapere che è importantissimo risolvere i problemi legati al processo di trasformazione post mortem e di conseguenza fare bella figura con i familiari. Il tutto ad un giusto prezzo”.
Sempre in tema di tanatoestetica, in estate verrà testato un modulo specificatamente orientato al personale sanitario che opera all’interno delle camere mortuarie ospedaliere. Sono sotto gli occhi di tutti i limiti che sovente, in diverse zone d’Italia, emergono nella preparazione delle salme in ambito delle case di cura e di riposo, non per incapacità o per cattiva volontà del personale preposto, ma per limiti formativi legati ad una insufficiente preparazione teorica e pratica: obiettivo del corso sarà quindi quello di fornire conoscenze ed esperienze legate alle tecniche più innovative e ai materiali più idonei per ottenere risultati che, non è un luogo comune, aiutano a presentare meglio il defunto consentendo alle famiglie un distacco più “dolce” che si ripercuoterà favorevolmente anche nella successiva elaborazione del lutto.
Altro progetto inedito saranno le Giornate di approfondimento sulla Casa Funeraria, un format in cui, attraverso le esperienze dirette di importanti operatori italiani e di autorevoli consulenti sui diversi aspetti progettuali, realizzativi e gestionali, sarà fornito ai partecipanti un quadro esaustivo e completo su quello che rappresenta certamente il futuro della funeraria italiana. Il Corso sarà impreziosito dalla partecipazione di due autorevoli istituzioni accademiche, l’Università di Bologna e l’Università La Sapienza di Roma, e sarà propedeutico ad una ulteriore esperienza formativa proposta da EFI Eccellenza Funeraria Italiana - che intenderebbe promuovere nel 2014 un Master strutturato, della durata di un intero anno accademico, sulla figura professionale del moderno imprenditore funerario.
Tanti altri appuntamenti vi saranno proposti: oltre ai moduli dedicati alla cerimonia, verranno avviati nuovi percorsi incentrati sulla qualità dei servizi funebri, sulla sicurezza, l’ambiente e il marketing per le imprese. E sarà dato il via anche ai Laboratori della mente e alle Giornate di Formazione Specialistica. Sul sito della Scuola, www.formazionefuneraria.it, troverete costantemente aggiornati il calendario e i programmi di tutte le iniziative.
 
Martina Mandrioli



I dipendenti di Ade Servizi srl di Parma che hanno seguito il corso sulla Tanatoestetica presso la Casa Funeraria Terracielo di Modena desiderano ringraziare in prima persona la docente Karine Pesquera che, con la sua competenza e con la sua passione, ci ha fornito gli strumenti necessari al miglioramento della qualità offerta nel nostro lavoro. L’inizio del corso è stato per certi versi (esperienze personali, aspettative e quant’altro) un salto nel buio, ma con il trascorrere del tempo è emersa la professionalità della docente che, già dopo la prima mattinata, è riuscita a catturare l’attenzione di tutti i partecipanti. Un sentito ringraziamento va anche al direttore Carmelo Pezzino, a Gianni Gibellini e a tutto lo staff della Casa Funeraria Terracielo per averci messo a disposizione una struttura modernissima ed efficiente che ci ha aiutato a meglio poter affrontare queste intense giornate di formazione.


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022