Biondan

Biondan. Innovazione senza tempo

La sfida di Biondan: tre nuovi prodotti per lanciare l’azienda nel futuro.
La presentazione in fiera a Tanexpo 2022.

Un importante sguardo al futuro con idee e prodotti innovativi: è questa la sfida di Biondan Spa, azienda storica che ha alle spalle una lunga tradizione di arredi cimiteriali di altissima qualità e che grazie a questa base di partenza ha potuto reinventarsi per offrire ai propri clienti soluzioni sempre nuove e al passo con i tempi.

Ne abbiamo parlato con Lodovico Zugni Tauro, Direttore Marketing e Commerciale dell’azienda veronese, che ci ha spiegato l’evoluzione di Biondan spa tra innovazione e tradizione.

Biondan è un’azienda storica che da molti anni opera nel settore: qual è la vostra nuova sfida?
Biondan è una realtà importante e di riferimento nel settore dell’arredo cimiteriale avendo creato, dal 1956, una quantità importante di linee di prodotto riconosciute dal mercato per la loro bellezza. Abbiamo in catalogo oltre 7.000 articoli ed un patrimonio di oltre 25mila stampi; oggi sarebbe impossibile pensare a crearne così tanti. Il mercato è cambiato e, proprio per questo, dopo un periodo di forte orientamento alla produzione, ci siamo interrogati sull’evoluzione e su quale futuro potesse avere la nostra azienda. Il mondo del vaso e della lampada non sono più il solo mondo di oggi. Abbiamo però nel nostro dna una forte capacità di rinnovarsi e innovare e stiamo investendo le nostre capacità e le nostre risorse nel riposizionare l’azienda, ovvero ottimizzare la produzione storica e allo stesso tempo affiancare nuovi concetti per soddisfare le nuove esigenze di mercato.

È nata così la nostra promessa riassunta nel nuovo pay off: Beyond innovation. Innovazione senza tempo. Una promessa che abbiamo fatto in primis a noi stessi, ma soprattutto al mercato. Questi nuovi concetti partono da una profonda analisi del mercato e di quelli che sono gli usi e costumi, i trend di oggi. Ci siamo accorti di quanto il tema della cremazione prendesse sempre più spazio. I tassi di cremazione sono incrementati esponenzialmente al centro nord ma negli ultimi anni è arrivata anche in regioni dove era sconosciuta come in Sicilia ad esempio. L’arrivo del Covid e l’incremento dei decessi ha dato una spinta ulteriore all’accelerazione.

Il tema principale sul quale si sono sviluppati i nostri prodotti innovativi è la mancanza di spazio nei cimiteri: le città sono cresciute, ma i piani regolatori non sono cambiati. E proprio dal crescere della cremazione e della mancanza di spazio che è nato il nuovo progetto brevettato di nicchie sottili, con profondità molto contenuta, che permettono al cimitero di utilizzare queste strutture anche in pareti completamente inutilizzate. Grazie alla loro modularità, la velocità e semplicità di montaggio e il loro basso impatto architettonico sono la soluzione ideale alla mancanza di spazio dei cimiteri, evitando così grandi investimenti in opere murarie ed eventuali ampiamenti della struttura».

Il futuro è quindi legato al mondo della cremazione?
Non rinneghiamo il resto della nostra produzione, che rappresenta un’area di business importante, ma analizzando numeri e mercato, parlando con gli operatori, vediamo questo cambiamento. Ed è per rispondere a queste esigenze che sono partiti i progetti legati a questa idea delle nicchie sottili, e i nostri due progetti Unica e Musa, sempre dedicati alla cremazione.
Unica è un concetto di prodotti destinati ai cinerari o ossari esistenti che possono ospitare le urne in spazi ridotti. Come si intuisce dal nome, questo prodotto permette di avere in un unico oggetto una targa insieme al vaso. È personalizzabile perché il cliente può intervenire in ogni campo: la parte scritta, l’immagine, una dedica fino a poter inserire la firma del defunto, in modo da realizzare così un ricordo indelebile del proprio caro.

Ci siamo concentrati sull’esperienza di acquisto da parte del cliente finale, che deve essere facile e mi permetta di dire anche “unica”. Abbiamo realizzato un configuratore semplice che permette all’operatore di personalizzare il prodotto davanti al cliente e fargli vedere in anteprima come sarà il prodotto finale. è un’esperienza di acquisto digitale che si completa in pochi passaggi semplici e guidati; il software è connesso ai nostri sistemi e ci permette di realizzare il prodotto in tempi molto contenuti. “Unica” è disponibile in diverse versioni sia con vaso combinato con la luce che con vaso normale a seconda che nel cimitero ci sia la corrente o meno ed è disponibile in versioni differenti a seconda di quante urne siano presenti nell’ossario/cinerario.

Musa è un nuovo concetto di urna molto versatile: anche questa personalizzabile in diversi modi. Nei materiali, ad esempio in bronzo con personalizzazione in bronzo oppure urna in bronzo con personalizzazione in Kosmolux, in polvere di marmo. Lo spazio centrale dell’urna infatti può essere cambiato a seconda della scelta del cliente direttamente dall’operatore, in modo da poter consegnare l’urna immediatamente. Anche su queste urne si può inserire la targa con gli elementi della memoria: nome, cognome, firma, fotoceramica.

Ultimamente la tendenza per chi sceglie la cremazione è di “uscire” dal cimitero; i parenti portano spesso le urne a casa. Uno dei motivi è la difficoltà nel trovare spazio nei cimiteri, ma c’è anche un’evoluzione dei costumi. Spesso gli operatori si trovano davanti alla dichiarazione degli eredi: “voglio l’urna a casa”. In questo caso il cliente finale ha la possibilità di non rinunciare ad avere a casa un ricordo molto forte del proprio caro. Ogni Musa può contenere elementi religiosi ma anche laici che si ispirano alla personalità del caro estinto: sport, fiori, passioni che aveva la persona che non c’è più.

Il filo conduttore di questi progetti è l’idea di staccarsi dal prodotto tradizionale e offrire qualcosa di più ».

Può darci qualche anteprima di quello che presenterete in fiera a Tanexpo?
Tanexpo 2022 sarà per noi una grande provocazione in senso positivo; esporremo infatti solo queste tre cose: le nicchie sottili, Unica e Musa. Biondan è un’azienda molto conosciuta e se un cliente desidererà un vaso lo potrà sempre scegliere sul nostro magnifico catalogo che ben rappresenta la nuova comunicazione di Biondan. Non avremmo fatto questa scelta di presenza in fiera se non avessimo avuto questi nuovi concetti di prodotto nei quali crediamo».

Cosa vi rende unici e così apprezzati sia in Italia che all’estero?
Il fatto di essere un’azienda di proprietà ma anche una “mini multinazionale”: il vantaggio è un continuo interscambio di informazioni e la condivisione della progettualità. Abbiamo degli uffici in Canada da dove operiamo sul mercato nord americano che è molto legato al tema della cremazione: in America ci sono diversi cimiteri di grande importanza dove abbiamo potuto sperimentare diversi tipi di strutture cimiteriali altamente innovative. La presenza sul mercato americano, ma anche su altri mercati a livello europeo, ha influenzato e continuamente stimolato le nostre idee di innovazione. La nostra azienda opera in quasi tutti mercati di religione cattolica: Canada, Stati Uniti, Europa, alcuni paesi dell’Africa e in Australia».
 
Tanja Pinzauti

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 22.23.24 giugno 2022