ROTASTYLE srl

L'ARTE DI ESSERE UNICI

La "famigerata famiglia", così come la definisce Cinzia Rota, è composta da Giampaolo, Cinzia e i due figli, Elisabetta, laureata in lingue e responsabile delle relazioni esterne, e Paolo, ingegnere.
Stanno accanto ad uno dei loro gioielli, sistemati su un ponticello in pietra con fiori gialli e un lago di ninfee immerso nella natura rigogliosa sotto e intorno a loro. Tutto questo lo posso ammirare sui pieghevoli che Cinzia mi consegna per illustrarmi, mentre racconta, quali sono le punte di diamante della loro collezione di gioielli. E non scherzo a ripetere "gioielli".
Basta osservare i materiali impiegati: i legni (radica di olmo rosa francese, ciliegio, olivo, palissandro, radica di mirto, rovere americano, noce boliviano, mogano Sapelli, noce tibetou, ebano bolivar verde chiaro e scuro), le pietre dure e i materiali preziosi (madreperla australiana, madreperla Halliotis, ottone, argento e pietre).
La famiglia Rota produce cofani e urne cinerarie da più di trent'anni. Hanno grande successo in tutta Italia e moltissime richieste da paesi esteri.

Devo assolutamente dirlo. La cosa che mi stupisce di più, dopo un giro all'interno di TANEXPO, tutto uomini, abiti scuri, giacche e cravatte, è l'avvenenza di Cinzia ed Elisabetta. Sono donne bellissime e Cinzia Rota, con cui mi intrattengo a lungo, è di una simpatia travolgente. È esuberante, briosa, appassionata al suo lavoro.
Trasmette gioia di vivere e pensieri profondi, gli stessi che elabora per le sue creazioni, bozzetti, schizzi, progetti in seguito realizzati in azienda, per quelli che lei chiama "scrigni", contenitori amorosi per chi abbiamo amato e non è più. Mi racconta una storia che comincia nel lontano 1830, quando ebbe inizio l'attività nel campo dell'ebanisteria dell'arte.
"I bisnonni facevano mobili per la regina. Mobili d'arte. L'ebanisteria dell'arte è una tradizione che si tramanda da generazioni. Negli ultimi trent'anni ROTASTYLE si è concentrata sulla produzione di cofani e urne". Chiedo cosa li distingue in un mercato in continua crescita e concorrenza. Cinzia Rota risponde lasciandosi andare ad un lungo discorso, fitto di informazioni e grandi emozioni.
"I cofani erano tutti uguali. Senza falsa modestia, abbiamo pensato di inserire aspetti ed elementi della natura per arricchire legni già preziosi. Questa è la novità. Ho un'idea, disegno una linea, un tipo di decorazione, poi l'affido ai professionisti del design che la studiano, la elaborano e la realizzano. ROTASTYLE è famosa per gli intarsi e per l'uso di legni di valore, pietre dure, metalli. Ogni pezzo è lavorato singolarmente con cura artigianale.
I cofani non sono solo pezzi d'arte, ma un modo di parlare al cuore. Ami e presti cure ai tuoi cari per tutta una vita, è naturale quindi racchiuderli con rispetto, come fossero gioielli, in uno scrigno che dice
ti voglio bene".

I modelli proposti da ROTASTYLE sono più di 90, con nomi meravigliosi che rispecchiano intarsi e decorazioni uniche, create, ma soprattutto pensate, da Cinzia con grande amore e raffinatezza. L'ultima creazione è la serie "La Fenice", dedicata proprio alla rinascita, che presenta, su cofani in legni diversi come frassino e radica di mirto, o mogano e rovere, la particolarità di pietre dure incastonate a impreziosire i disegni, sottili e delicati, in argento con lapislazzuli, corniola, malachite, ematite.
Altre linee sono "La Rugiada", che rappresenta l'intensità di una lacrima, e "Foglie nel vento", ispirata all'atto dell'ascesa: cofani in mogano Sapelli con decorazioni che riportano foglie dalle tinte autunnali che si staccano e volano via, portate verso l'alto da una brezza impercettibile. Ancora, "Pensiero" e "Rovo", con design a viole del pensiero e rose a gambo lungo in madreperla e argento. La linea "Ninfea" (rovere americano e mogano, ma non solo), si ispira a questo fiore che "affonda le radici nel fango e riflette il cielo".
Infine, ma solo perché a descrivere e rendere merito alla raffinatezza di tutti questi cofani e urne ci andrebbero pagine e pagine, la serie "Liberty", con intarsi in madreperla, ispirata al "vento primordiale, quel vento che cambia la vita. L'ispirazione è nata in un giorno d'autunno in cui vedevo foglie volteggiare, e il vento che le portava via. Ho scelto questo elemento per ricordare che basta un alito di vento a spezzare la vita".

Cinzia ci tiene a mostrarmi, per ultimo, la nuova collezione di candelabri in plexiglass trasparente con inserti in radica, "la leggerezza di un soffio", e il cofano "Immenso", in mogano Sapelli con decorazioni a carattere religioso: una madonnina stilizzata nell'atto di pregare. Quest'ultimo modello, perfetto nella sua semplicità, vanta già delle imitazioni! Prima di andar via do una ultima occhiata all'allestimento dello stand. Poltroncine giallo sole, simbolo dell'energia e della vita, e tavolini ricchi di ogni ben di dio da offrire ai visitatori. Urne esposte in nidi di paglia ed anatroccoli in peluche, foglie e fiori a ricreare lo stagno di ninfee che si può ammirare sui pieghevoli che illustrano la maestria di una grande azienda: ROTASTYLE.
 
Arianna Bona

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022