Adeguamento obbligatorio entro il 31 marzo 2014

L’Assessore al Patrimonio e Cimiteri Alessandro Fucito ha reso noto che il Comune di Napoli ha assunto una determina finalizzata alla piena applicazione sul territorio cittadino del “Codice delle attività e delle imprese funebri” contenuto nella Legge regionale Campania n. 7 del 25 luglio 2013 che ha recentemente modificato la disciplina delle attività funerarie.
“La nuova legge regionale – ha spiegato Fucito – delinea un quadro normativo più efficiente riguardo al contrasto della delinquenza camorristica e della concorrenzialità illecita che possono interessare il comparto funerario. Il Comune di Napoli, con questo atto, attiva procedure più efficaci di verifica dei requisiti delle Imprese Funebri e, se fino ad oggi le stesse dovevano essere in possesso della sola licenza per l’esercizio dell’attività di agenzia di affari e commissioni per disbrigo pratiche onoranze funebri (articolo 115 del R.D. 773/1931), ora viene predisposto un percorso specifico nell’ambito dei procedimenti autorizzativi del Comune di Napoli”.
L’Assessore ha precisato che, in assenza di adeguamento da parte degli operatori entro il 31 marzo 2014, il titolo dagli stessi finora posseduto potrà consentire esclusivamente l’esercizio delle attività di disbrigo delle pratiche amministrative e/o della fornitura di articoli funebri (in relazione al possesso della sola agenzia d’affari, dell’autorizzazione al commercio non alimentare o di ambedue), restando preclusa la possibilità di procedere a qualsivoglia attività di trasporto salme.

Clicca qui
per accedere al link dello Sportello Unico per le Attività Produttive, utile alla presentazione online delle pratiche.








Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022