Accrescere le proprie competenze

Continua senza sosta l'attività della Scuola di Formazione per la Funeraria volta a professionalizzare e qualificare il lavoro dell'impresario funebre.


È iniziato all’insegna del tutto esaurito il ciclo di corsi proposti dalla Scuola Superiore per la Funeraria per l’anno 2018. I primi due moduli sulla tanatoprassi/tanatoestetica, che si sono tenuti rispettivamente a febbraio e a marzo, sono stati letteralmente presi d’assalto esaurendo le disponibilità in un brevissimo lasso di tempo. La  Scuola gode infatti di un’alta reputazione grazie soprattutto agli unanimi positivi giudizi, a volte veramente entusiastici, di chi ha già frequentato i corsi: il loro passaparola è sicuramente il mezzo di promozione più efficace ed autentico!

L’obiettivo dei corsi è quello di fornire agli operatori di settore utili strumenti per svolgere il lavoro quotidiano con maggiore professionalità, approfondendo conoscenze e acquisendo nuove tecniche e modalità per ottimizzare processi operativi e raggiungere migliori risultati .Allo stesso tempo frequentare i corsi costituisce una occasione unica per confrontarsi con le esperienze di colleghi provenienti da varie parti d’Italia (e non raramente anche dall’estero!) condividere problematiche e vagliare possibili soluzioni.  

Nuovi Gesti – la figura professionale del tanatoprattore

Il format più richiesto è “Nuovi Gesti – la figura professionale del tanatoprattore”, incentrato sulle tecniche per la cura, la preservazione e la presentazione della salma, che comprende anche la sistemazione e l’occultamento di eventuali deturpazioni o ferite. Le sembianze del defunto risultano così molto simili all’aspetto che aveva in vita e coloro che saluteranno per l’ultima volta il proprio caro ne conserveranno un ricordo più sereno. La didattica del corso è affidata al professor Javier Eduardo Chavez Inzunza, tanatologo di fama internazionale, socio fondatore della International Academy of Thanatotechnologicial Studies, che imposta le sue lezioni in modo dinamico, con l’applicazione immediata sul campo di concetti teorici, grazie alla possibilità di una sperimentazione diretta. Il ciclo formativo prevede più step: ad un modulo base della durata di cinque giorni, segue un secondo livello di tre giornate per coloro che desiderano approfondire alcuni aspetti specifici delle tecniche di sutura o dell’utilizzo dell’aerografo da impiegare per il make-up funerario.  (prossime date 16-20 aprile per il I livello e 23-25 giugno per il II livello).

Nuovi Sguardi – La figura professionale del Cerimoniere

Ottimo riscontro anche per il corso “Nuovi Sguardi – La figura professionale del Cerimoniere”, che la Scuola ha ideato per coadiuvare i professionisti nell’organizzazione dei riti dell’addio. Diretto dalla professoressa Maria Angela Gelati, tanatologa e formatrice delle materie collegate alla morte, l’insegnamento è finalizzato all’acquisizione di strategie per gestire al meglio la “regia” di una cerimonia funebre imparando a pianificare tempi e spazi e a rapportarsi in modo adeguato con le famiglie in lutto. Anche in questo caso, per rendere le lezioni meno formali, gioca un ruolo fondamentale la sperimentazione attiva con la presentazione di case histories e la simulazione di situazioni “tipo” a cui far fronte in modo appropriato. (Prossime date: dal 18 al 20 maggio).

La Scuola ha scelto la prestigiosa Casa Funeraria “Terracielo” di Modena quale sede dei corsi, poiché è una delle poche strutture che, oltre a disporre di spazi idonei, come aulette, bar e ristorante, è provvista di dotazioni tecniche all’avanguardia e consente ai partecipanti di mettere in pratica  direttamente sulle salme le nozioni apprese, nel pieno rispetto del defunto e della sua famiglia.

È tuttavia possibile organizzare corsi anche presso le imprese che, per motivi logistici o operativi preferiscono formare il proprio personale in sede. È una formula già sperimentata con successo e comporta il vantaggio che possono essere messi a punto programmi didattici su misura per soddisfare eventuali particolari richieste. 

La Scuola di Formazione per la Funeraria sarà presente con un desk informativo alla prossima edizione di Tanexpo di Aprile. Nel padiglione 22 allo stand B77-C78 i visitatori del Salone potranno ricevere tutte le informazioni sui prossimi corsi.

In una società dove la qualità e la cura del dettaglio fanno la differenza è utile che anche le imprese, tramite il proprio personale, siano all’altezza di garantire servizi adeguati alle famiglie che in quel momento di particolare fragilità emotiva sono alla ricerca soprattutto di un aiuto. Il riguardo del proprio caro, che si esprime anche con la cura dei trattamenti per conferirgli un aspetto migliore, con un funerale ben organizzato, con un ambiente accogliente e con una parola di conforto al momento giusto sono tutti elementi che concorrono ad attenuare il senso di angoscia e di smarrimento di chi sta vivendo un lutto e arricchisce di significato e di valore il proprio lavoro.
 
Raffaella Segantin


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo, 7.8.9 aprile 2022